Offerto risarcimento alle famiglie dei pescatori indiani uccisi

Esteri

Offerto risarcimento alle famiglie dei pescatori indiani uccisi

Secondo quanto riferito dal quotidiano The Times of India, un legale dell’armatore della Enrica Lexie, la nave su cui viaggiavano i marò arrestati in India, avrebbe avvicinato la moglie di una delle vittime per cercare un accordo economico, ma per il momento l’iniziativa non ha dato risultati concreti.

Il giornale afferma inoltre che due cappellani militari, padre Marco e padre Giuseppe, si sarebbero recati in visita alle famiglie dei due pescatori deceduti “per cercare un accordo economico extra giudiziario”, particolare però smentito dalla diocesi di Kollam e dalla stessa vedova di uno dei pescatori

Infine il quotidiano sostiene che ”circa cinque giorni fa la famiglia di uno dei pescatori è stata avvicinata dall’avvocato V.J. Mathew che rappresenta i proprietari della petroliera, per un accordo extragiudiziario”. La famiglia, si precisa, ”lo ha rimandato indietro chiarendo che prima di una decisione la questione avrebbe dovuto essere discussa con i familiari e con l’Associazione cattolica per i servizi sociali di Quilon che ha fornito il sostegno legale” per il difficile processo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche