Oggi alla libreria Laterza si parla di Biblioteche

Bari

Oggi alla libreria Laterza si parla di Biblioteche

Oggi 6 marzo dalle 18 alla libreria Laterza in via Sparano a Bari l’Associazione italiana delle biblioteche, sezione Puglia ha organizzato un incontro dibattito dal titolo “Cari cittadini…parliamo di biblioteche” in cui interverranno addetti ai lavori delle associazioni bibliotecarie e lettori: Antonella Agnoli, autrice del libro “Caro sindaco…parliamo di biblioteche” (Ed. Bibliografica), Angela Barbanente, assessore regionale dei beni culturali, Isa Bergamini del gruppo di lettura LeggerMente, Waldermaro Morgese presidente AIB Bari, Paola Pistone dell’associazione Mago Girò e il vice-direttore del Corriere del Mezzogiorno che coordinerà l’incontro, Maddalena Tulanti.

Gli ospiti discuteranno sul ruolo delle biblioteche a Bari, cercando di coinvolgere la cittadinanza alla situazione bibliotecaria certamente non ben tutelata dal sindaco Emiliano che durante gli Stati generali della cultura e del libro del Pd, lo scorso febbraio ha dichiarato: “Io non sono mai andato in biblioteca e la biblioteca comunale a Bari non serve”.

La frase ha suscitato numerose polemiche, lasciando intendere la scarsa attenzione verso il sistema bibliotecario che è un potenziale e reale servizio culturale al cittadino.

Anche se il sindaco successivamente all’incontro di febbraio ha scritto su Facebook: “Ho detto testualmente non sono convinto che servano ancora biblioteche comunali nella forma tradizionale e di non aver mai frequentato una biblioteca comunale”. E continua: “I bibliotecari di tutto il mondo, sul web, con il tipico atteggiamento dei bibliotecari, hanno scatenato una caccia all’uomo dicendo che non sono degno di fare il sindaco. Deve essere questa la ragione per la quale il livello dei lettori in Italia è così basso. Se foste un po’ più comprensivi verso chi non conosce una biblioteca comunale, forse molti di noi verrebbero più volentieri a trovarvi ed a prendere libri. Io mi sono veramente spaventato e farò tutto quello che i bibliotecari mi diranno di fare: obbedisco”.

Nel pomeriggio si avrà modo di conoscere e ascoltare i punti di vista di coloro che con e per il libro vivono e custodiscono una passione.

Certamente occorrono incentivi a migliorare e dare maggior spazio alle biblioteche piuttosto che delle dichiarazioni che comunque sminuiscono l’impegno e il lavoro di molte persone che tentano di essere custodi del patrimonio culturale cittadino che anche le biblioteche rappresentano.

Anch’esse possono rientrare in potenziale elemento per la candidatura di Bari capitale culturale 2019 no?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*