Ogni mese 10 omicidi fra le mura domestiche COMMENTA  

Ogni mese 10 omicidi fra le mura domestiche COMMENTA  

La strage è solo parte di un mosaico di quelle morti silenziose che tutti i giorni avvengono in Italia tra le mura delle case. Ne parla un indagine Eurispes.

Tra il 2009 e il 2010 si è registrata una media di 10 omicidi in famiglia al mese. Il totale? 235 morti violente (122 nel 2009 e 113 nel 2010). In ambedue gli anni, la maggior parte, coinvolgeva soggetti appartenenti alla medesima cerchia familiare.

Quasi la metà degli omicidi sono stati commessi al Nord (52,5% nel 2009 e 47,8% nel 2010). Al Centro se ne sono registrati circa il 20%, mentre a Sud e nelle Isole sono stati il 26,2% e il 33,6%.
E’ bene sottolineare che la maggior parte degli autori, sono gli uomini (l’85%. “Su 126 autori di omicidi il 34% erano mariti o compagni, l’11% erano padri, l’8% erano figli, il 7% erano altri parenti (nonni, zii, cugini, etc.) e il 5% fratelli.

Sempre nello stesso anno, le donne che avevano commesso un omicidio, nella cerchia familiare, erano nella maggior parte dei casi madri (8,7%) o figlie (3,2%).

L'articolo prosegue subito dopo

Pochi i casi emersi di mogli, sorelle o altri parenti (0,8% in tutti e tre i casi) autrici di omicidi”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*