Olanda, gli elettori dicono no al populismo, il premier Rutte esulta COMMENTA  

Olanda, gli elettori dicono no al populismo, il premier Rutte esulta COMMENTA  

Olanda Mark Rutte
Olanda Mark Rutte

Secondo gli exit poll, sarebbe il partito del premier uscente Mark Rutte ad avere vinto le elezioni in Olanda, sconfiggendo i populisti del Pvv di Wilders.


In Olanda, il partito anti UE, il Pvv guidato da Geert Wilders, non è riuscito a vincere le elezioni politiche. Gli scrutini sono al momento quasi conclusi e il quadro, per ora, vede in testa i liberali di centro destra (Vvd) dell’attuale premier Mark Rutte.


“Gli elettori”, hanno commentato alcuni esponenti del partito di governo, “ci hanno dato ancora fiducia”. Il Vvd ha infatti conquistato 33 seggi contro i 20 del Pvv, che in ogni caso è riuscito a compiere un significativo passo in avanti. “Grazie agli elettori del Pvv”, ha dichiarato Geert Wilders, “abbiamo guadagnato seggi, quindi il primo obiettivo è stato raggiunto, e Rutte”, ha poi aggiunto, “non mi ha fatto fuori”.

La situazione dopo le elezioni politiche in Olanda

Il timore per una possibile vittoria di Wilders era abbastanza diffuso in Europa, soprattutto per via del fatto che il Pvv, fino a qualche settimana fa, risultava saldamente in testa ai sondaggi. Gli elettori olandesi, invece, all’atto del voto (celebrato con un’affluenza record superiore all’80%, stando ai dati diffusi dalla televisione pubblica Nos), sembrerebbero aver preferito il partito del premier uscente Mark Rutte. Resta il dato relativo al calo rispetto alle politiche del 2012: il Vvd ha infatti perso 10 seggi in Parlamento, che in Olanda è denominato Camera Bassa degli Stati Generali. In aumento, invece, il Pvv di Geert Wilders, che ha conquistato 5 seggi in più rispetto al 2012.


Mark Rutte ha in ogni caso esultato per la vittoria sottolineando come l’Olanda abbia scelto di dire no al populismo. “E’ una serata importante per tutta l’Europa”, ha infatti dichiarato Rutte, “l’Olanda, dopo la Brexit e le elezioni americane, ha detto no al populismo”. A Rutte sono arrivati i complimenti di vari leader europei, fra cui anche Paolo Gentiloni, che ha twittato “No #Nexit. La destra anti Ue ha perso le elezioni in Olanda. Impegno comune per cambiare e rilanciare l’Unione”. Per il premier olandese c’è stata anche la telefonata di congratulazioni “per la netta vittoria” da parte del presidente della Commissione UE Jean Claude Juncker.

L'articolo prosegue subito dopo


 

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*