Olbia, romeno fermato con arma chimica nell’auto

Sardegna

Olbia, romeno fermato con arma chimica nell’auto

I carabinieri del reparto territoriale di Olbia hanno fermato e arrestato un giovane romeno di 22 anni, Razvan Nicusor Costantinescu, che percorreva in auto le vie della città del nord Sardegna in stato confusionale. Il giovane, che poi è risultato anche essere positivo all’alcoltest, è stato trovato in possesso di una piccola bomboletta che a prima vista sembrava un banale spray urticante al peperoncino, ma che poi si è rivelata essere un’arma chimica da guerra, con al suo interno sostanze capaci di creare danni irreversibili agli organi umani interni.

Il liquido presente nella bomboletta sarà tuttavia analizzato nei prossimi giorni per avere l’assoluta certezza che si tratta di una miscela di sostanze tossiche, una arma da guerra pericolosissima. Dalle prime indagini dei carabinieri la sostanza emotossica provocherebbe danni permanenti alle vie respiratorie e a agli organi interni come fegato e polmoni. In Italia è severamente vietata la vendita di queste “armi”, ma non in Romania e nell’est Europa.

I Carabinieri hanno arrestato e accompagnato il giovane romeno nel carcere di Tempio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*