Olimpiadi: è guerra di preservativi COMMENTA  

Olimpiadi: è guerra di preservativi COMMENTA  

È bastata una foto postata su Twitter dall’atleta Caroline Buchanan, scattata a profilattici di una marca australiana per far scoppiare un caso diplomatico. I profilattici si trovavano in un distributore all’interno del villaggio olimpico.

Qual’è il problema? Economico! Gli organizzatori, infatti, hanno un accordo con un,altra compagnia e a tale scopo avevano distribuito 150mila condom «Faremo in modo che questi profilattici non vengano dati ad altri atleti», ha detto una portavoce del Comitato organizzatore.

20120808-115702.jpg

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*