Olio di cocco fa male?

Salute

Olio di cocco fa male?

L’olio di cocco è molto utilizzato per le sue proprietà: idrata la pelle, i capelli e aiuta a contrastare il colesterolo. Ecco come va utilizzato.

Il suo profumo ci rimanda subito all’estate e alle spiagge caraibiche e oltre a questo è un vero toccasana per la nostra salute, non abbiate timore ad utilizzarlo.
Può essere adoperato per molti usi e in questo modo ci aiuta anche a risparmiare sulla spesa! Non ci credete? Seguite questa guida e scommetto che andrete subito alla ricerca dell’olio di cocco.

Vi sono alcune star hollywoodiane che lo utilizzano quotidianamente, come Gwyneth Paltrow che lo usa per rendere i denti più bianchi o Poppy Delevigne che lo spalma sul corpo prima del bagno per rendere la pelle più setosa e idratata.
Una semplice confezione di olio di cocco può sostituire molti prodotti cosmetici. Pensate che è stato calcolato che questo olio, può essere utilizzato per circa 122 usi di cui 21 nella cosmetica.
Ve ne riporto alcuni:

  • E’ un ottimo struccante: basterà mettere una piccola quantità di prodotto su un panno inumidito e avrete uno struccante naturale che non irrita e non contiene additivi chimici.
  • Per la detersione del viso, utilizzato come sapone; come scrub per il viso e il corpo aggiungendo bicarbinato o farina d’avena; come deodorante e dentifricio.
  • Balsamo per i capelli: se avete i capelli sfibrati, un impacco di olio di cocco vi aiuterà a riparare i danni e a nutrire il cuoio capelluto in profondità.

    Potete fare un impacco e tenerlo in posa per una notte o se avete i capelli tendenti al grasso, potete lasciarlo in posa per un’ora prima del normale shampoo.

L’olio di cocco inoltre può sostituire vari medicinali poichè è utile nel trattamento di irritazioni cutanee, funghi, epistassi, emorroidi e antipidocchi.
E cosa dire dell’uso in cucina? Utilizzatelo al posto dello zucchero o per le cotture dei cibi (può resistere a temperature elevate).
E’ facilmente digeribile e migliora l’assorbimento delle vitamine che vengono assimilate con il cibo.

Come potete vedere, non è affatto nocivo per la salute, anzi! Ci fa anche risparmiare, cosa vogliamo di più?

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche