Olio di palma: per Coldiretti Piemonte il problema può essere superato aumentando i contratti di filiera

Attualità

Olio di palma: per Coldiretti Piemonte il problema può essere superato aumentando i contratti di filiera

In relazione alla possibile tassazione da parte del governo francese dell’olio di palma ed alla reazione della multinazionale Ferrero che denuncia un aumento di costi per la produzione della Nutella, Coldiretti Piemonte, pur senza entrare nel merito della querelle, evidenzia che con la multinazionale Ferrero, ed in particolare con la dirigenza dello stabilimento di Alba si è intrapreso da alcuni anni un percorso virtuoso che vede l’utilizzo da parte della nota azienda dolciaria di prodotti del territorio.
“Uno su tutti – dicono Paolo Rovellotti e Bruno Rivarossa – presidente e direttore di Coldiretti Piemonte – il progetto della polvere di latte che vede trasformare dalla ditta Inalpi per Ferrero il latte piemontese. I fatti accaduti in Francia possono ricevere da noi una risposta nell’implementazione della virtuosa filiera con l’agricoltura e i prodotti del nostro territorio.
L’olio di palma potrebbe essere sostituito qui da altri alimenti quali nocciole e burro. Questo rappresenterebbe sicuramente un momento di valorizzazione della produzione agricola locale con buona soddisfazione per tutti i componenti della filiera economica piemontese.

Si tratta insomma di guardare l’altra faccia della medaglia da parte di una multinazionale che fonda le proprie radici in un territorio dove le eccellenze agroalimentari ed il brand del made in Italy rappresentano nel mondo un plus di grande rilievo”.
Siamo pronti a continuare l’interazione con la Ferrero per rafforzare un percorso di territorio che questa grande multinazionale ha saputo iniziare nell’interesse dell’economia locale e di tutti i consumatori.
Se l’industria dolciaria lo ritiene la strada per implementare la collaborazione esiste.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche