Olivia Coxxx: la escort esperta di ‘findom’ da 450 dollari l’ora

Sesso & Coppia

Olivia Coxxx: la escort esperta di ‘findom’ da 450 dollari l’ora

Olivia Coxxx findom

Ha scelto un 'mestiere' particolare Olivia Coxx, escort di uomini ricchi che la pagano fino a 450 dollari l'ora. Per guardarla via webcam...

Si chiama Olivia Coxxx, ha forme sinuose ed un corpo da favola che mette al servizio di uomini facoltosi disposti a pagarla fino a 450 dollari l’ora. Lei è infatti una escort, che non si vergogna assolutamente nè del proprio lavoro nè di dover utilizzare il suo corpo, peraltro in modo diverso da quanto si potrebbe immaginare. Le persone che la contattano infatti, provano piacere nel sentirsi ‘schiavi’ al servizio di una donna dominatrice o padrona. E lei li accontenta comportandosi come tale e facendoli sentire vittime, schernendoli e umiliandoli o compiendo gesti sadomaso per puirli: ma non facendo sesso ‘reale’ bensì utilizzando la chat su Skype per vere e proprie umiliazioni pubbliche nei confronti di persone facoltose che pagano per vederla dietro ad uno schermo mentre si dedica a diverse attività. Olivia, che ha 25 anni, è bionda e molto formosa, ha anche un listino prezzi che parte da 100 dollari per soli venti minuti di chat, passando a 450 dollari per un’intera ora e ben 800 per due ore.

Oltre alle pubbliche umiliazione c’è chi la paga per essere minacciato o per subire truffe informatiche; altri ancora sborsano denaro solo per vederla mentre fa shopping online con la carta di credito del cliente, utilizzando la webcam per osservarla. E come se non bastasse vi sono clienti che provano piacere nell’essere derisi o insultati sui social network, anche davanti ai propri familiari.

Una pratica particolare quella di Olivia, chiamata ‘Findom’

Insomma la Coxxx non è una semplice escort dominatrice che conclude i suoi incontri a pagamento con un rapporto sessuale, ma asseconda ricchi clienti via web in una pratica chiamata ‘findom’ e che si sta ampiamente diffondendo negli ultimi anni. Peraltro la giovane ha spiegato che sono proprio i clienti a cercarla e non lei a farlo e per questo di non vergognarsi assolutamente del proprio lavoro nè tantomeno di considerarsi una ladra. “ci sono dei termini precisi di contratto per le mie prestazioni ed è tutto alla luce del sole – ha spiegato la 25enne in un’intervista – Non sono neanche l’unica in Australia a fornire questo tipo di prestazioni, che concordo con adulti facoltosi, smettiamola di pensare che il denaro guadagnato tramite il sesso sia meno nobile”. E i clienti apprezzano, tanto che negli ultimi mesi le richieste di ‘prestazioni virtuali’ con protagonista la Coxx sono esponenzialmente aumentate, per la gioia del suo portafoglio…

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche