Oltre 15.000 visitatori al museo Eusebio di Alba, gli appuntamenti del mese di marzo - Notizie.it

Oltre 15.000 visitatori al museo Eusebio di Alba, gli appuntamenti del mese di marzo

Attualità

Oltre 15.000 visitatori al museo Eusebio di Alba, gli appuntamenti del mese di marzo

Alba – Continua la parabola positiva del museo civico archeologico e di scienze naturali F. Eusebio. Se nel corso del 2011 l’affluenza totale dei visitatori aveva superato, per la prima volta nella storia recente del museo, la soglia dei 10.000, il 2012 ha portato un ulteriore incremento dell’affluenza raggiungendo la quota 15.742.
A concorrere all’aumento dei visitatori vi è una molteplicità di fattori, tutti però legati all’aumento e al potenziamento dei servizi e delle proposte offerte e all’intrecciarsi di relazioni con gli altri protagonisti del territorio.
Alla ormai tradizionale forte adesione da parte degli istituti scolastici del territorio all’offerta didattica rivolta a scuole di ogni ordine e grado si è andata affiancando anche un interesse crescente da parte di istituti anche fuori provincia, per un totale di quasi 3500 partecipanti. Da quest’anno scolastico inoltre l’attività didattica, condotta dall’associazione Ambiente & Cultura, gode del sostegno di Banca d’alba, finalizzato a una riduzione delle tariffe a favore degli istituti scolastici albesi.
L’offerta di una serie nutrita di eventi e iniziative divulgative, sempre curate dall’aps Ambiente & cultura, affidataria dei servizi aggiuntivi del museo dal 2011, condotte da specialisti accreditati, e coordinate dalla direzione del Museo, ha colto nel segno (4980 partecipanti), in particolare “Alba sotterranea” il tour guidato da un archeologo professionista.

Oltre alla cospicua partecipazione del pubblico, “Alba sotterrane “si è aggiudicata anche il premio della critica, ottenendo il patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività culturali, della Soprintendenza per i Beni archeologi del Piemonte e Museo di Antichità Egizie, nonché il riconoscimento da parte dell’Associazione Nazionale Archeologi.
Numerosi sono comunque gli eventi andati a buon fine, dalle odissee enoiche de Il Vino degli Antichi, alle visite olfattive del Museo ad occhi chiusi, ai pomeriggi per bimbi del Museo dei Piccoli, alle visite animate in notturna a lume di torcia, alle serate di osservazione astronomica nel chiuso di un cortile della Maddalena a luci spente, alla Notte delle Librerie, alla Bottega del gioielliere antico e agli Aperitivi col fossile in museo, alle prime geo-escursioni sul territorio, alla giornata mineralogica e alla partecipazione alla Notti della Natività nel dicembre scorso.
Di particolare importanza sono state le opportunità offerte dalle grandi manifestazioni cittadine: gli eventi per La primavera della cultura del gusto e del vino, le Giornate di primavera del Fai con le visite ad Alba sotterranea (1500 visitatori tra il 24 e il 25 marzo 2012) e l’apertura straordinaria e prolungata per la Fiera del tartufo bianco d’Alba ( quasi 5000 visitatori).
Molte sono state le collaborazioni con altri enti del territorio, con il Museo Diocesano, con il museo naturalistico del Roero di Vezza d’Alba, con il museo di Palazzo Traversa di Bra, con le istituzioni private quali la Banca d’Alba e la banca Regionale Europea, e anzi si prospetta per il futuro una più forte integrazione tra Alba, Bra/Pollenzo, Benevagenna e Dogliani; ancora più numerose quelle con altre associazioni, a partire dal gruppo Fai di Alba e delegazione di Cuneo, dagli Amici del Museo per arrivare al Centro culturale San Giuseppe,Turismo in Langa, Borgo di San Lorenzo, Burattinarte, gruppi astrofili di Bisalta e Monferrini.
Il 29 settembre il museo ha salutato l’inaugurazione dell’attesa mostra “I tesori del Tanaro: dalle acque del fiume riemerge la storia del territorio”, che, forte del contributo della Fondazione Cassa di risparmio di Cuneo, espone i tesori paleontologici e archeologici che il fiume ha restituito (dalla balenottera di Alba al mastodonte di Verduno, alla spada di bronzo di Roddi al cippo funerario in marmo romano di Caio Cornelio Germano.

La mostra sarà visitabile fino al 30 giugno 2013.

Dopo la pausa di febbraio il museo riapre sabato 2 marzo con il consueto orario dal martedì al venerdì 15.00 – 18.00, sabato 15.00 – 19.00, domenica e festivi 10.00 – 13.00 e 14.00 – 19.00.
Gli appuntamenti di marzo sono i seguenti:

ALBA SOTTERRANEA. Il passato è sotto ai tuoi piedi!
Tour guidato da un archeologo professionista.
Domenica 3 marzo. A partire dalle ore 15. Prenotazione obbligatoria

LA BOTTEGA DEL CERAMISTA
Workshop sulla lavorazione dell’argilla. Creazione di un vaso artistico
Domenica 17 marzo. dalle ore 15. Prenotazione obbligatoria

LA BOTTEGA DEL CERAMOGRAFO
Completamento del workshop con cottura e rifinimento. Seminario sulla pittura vascolare
Domenica 24 marzo dalle ore 15. Prenotazione obbligatoria

IL MUSEO DEI PICCOLI… aspettando pasqua!
Dalle 16 alle 18.30, baby-parking ludico didattico per bimbi da 5 a 12 anni.
28, 29 e 30 marzo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche