Omeopatia: i simili si curino con i simili COMMENTA  

Omeopatia: i simili si curino con i simili COMMENTA  

Nonostante sia un concetto privo di fondamento scientifico, il principio di similitudine del farmaco che sta alla base dell’omeopatia sembra che funzioni nell’alleviare alcune sofferenze o disturbi.

Leggi anche: Omeopatia in pediatria: si è aperto il congresso di Praga

L’omeopatia è un metodo terapeutico alternativo per combattere una serie di disturbi o malattie. Secondo  Samuel Hahnemann, medico inventore del meotodo, per combattere questi disturbi il rimedio può essere quello di somministrare la stessa sostanza che in  in una persona sana, induce sintomi simili a quelli osservati nella persona malata. Quindi, se ad esempio una sostanza causa dei sintomi indesiderati ( la cipolla causa prurito al naso) quella stessa sostanza somministrata in modo molto diluito può curare il disturbo (il prurito). In oltre le stesse diluizioni maggiori della sostanza non provocherebbero una riduzione dell’effetto farmacologico, bensì un suo ipotetico potenziamento.  Gli unici risultati statisticamente significativi sono confrontabili con quelli derivanti dall’ effetto placebo

Entrambi gli assiomi  ( similitudine del farmaco e diluizione) non sono stati ancora scientificamente provati e vagano nella scienza odierna, tanto da indurre a pensare che, se un giorno l’omeopatia verrà riconosciuta scientificamente, chi riuscirà nell’impresa vincerà il premio Nobel.

Leggi anche: Come fare prevenzione osteoporosi con omeopatia

In ogni caso, ogni trattamento che non fa male al paziente non è sconsigliato del tutto.

Leggi anche

frutta-secca-proprieta-e-benefici
Salute

Frutta secca: calorie e colesterolo

La frutta secca è un alimento salutare che andrebbe consumata più spesso, tra un pasto e l'altro, come spuntino: tanti i suoi benefici e proprietà. Durante le festività di Natale e Capodanno è diffusa l’abitudine di consumare ai pasti la frutta secca. Tale usanza deriva forse dal fatto che, qualche tempo fa, la frutta secca era considerata un alimento di lusso e che si trovava raramente in commercio. Oggi invece tutti i nutrizionisti sono concordi nel ritenere che la frutta secca fa bene e, per questo, andrebbe consumata più spesso. In particolare, il momento ideale per mangiarla è tra un Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*