Omicidio Alatri: autopsia su Emanuele in corso

News

Omicidio Alatri: autopsia su Emanuele in corso

Alatri
Delitto Alatri: due fermi per l'omicidio di Emanuele. Procedono le indagini sul branco

E’ iniziato da poco a Roma l’esame sul corpo di Emanuele Morganti, il ragazzo ucciso ad Alatri lo scorso 24 Marzo.

Ad effettuare l’autopsia, nell’istituto di medicina legale “La Sapienza”, è il professor Saverio Potenza.La Procura della Repubblica della Capitale ha nominato la dottoressa tossicologa forense David, che si occupa dell’aspetto più tecnico e scientifico dell’esame.
Per la mattina di venerdì 31 marzo sono stati fissati, nel carcere di Regina Coeli, gli interrogatori di garanzia di Castagnacci e Palmisani, i due fratellastri accusati .
I due compariranno davanti al Gip per valutare la richiesta di convalida dei fermi e di emissione della sentenza di custodia cautelare per omicidio volontario aggravato da futili motivi. Gli interrogatori si terranno per rogatoria, poiché i due ragazzi sono stati fermati nella capitale.

L’invio degli atti

Gli atti saranno poi inviati alla magistratura di Frosinone, la provincia abilitata a procedere per l’omicidio Morganti.

Domani si terranno gli interrogatori di garanzia per i due indagati, che si trovano a Regina Coeli. Sulla scarcerazione di uno di loro, il giorno prima del pestaggio, un consigliere del Csm ha chiesto l’apertura di una pratica per chiarire meglio perchè sia stato rilasciato con cosi tanta facilità.

Il ragazzo ventenne di Alatri è stato ucciso sembrerebbe per la cifra di due euro che ha fatto innervosire i due colpevoli all’interno del club nel centro della cittadina. All’inizio sembrava che la causa scatenante fosse la gelosia verso la ragazza con cui era assieme al momento del pestaggio. Le ultime dichiarazioni invece fanno risalire la rissa alla semplice discussione per un cocktail servito all’interno del discoclub.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche