Omicidio del giornalista Mauro Di Mauro: conosceva i segreti della morte di Enrico Mattei

Roma

Omicidio del giornalista Mauro Di Mauro: conosceva i segreti della morte di Enrico Mattei

 

I giudici della Corte d’Assise di Palermo dichiarano che alcuni testimoni sentiti durante il processo per l’omicidio del giornalista Mauro De Mauro, tra cui Bruno Contrada ex 007 del Sisde, che attualmente sta scontando una pena di 10 anni per mafia, avrebbero depistato le indagini relative alla scomparsa del giornalista dell’Ora, avvenuta nel 1970. Dalle circa 2000 pagine della motivazione della sentenza ,emerge infatti che i testimoni, non solo sarebbero stati reticenti, ma si sarebbero altresì contraddetti in diverse circostanze, pertanto hanno deciso di trasmettere gli atti alla Procura nei confronti di Bruno Contrada, dello scrittore Pietro Zullino (deceduto lo scorso inverno), Paolo Petroni e Giuseppe Lupis :Ricordiamo che il giornalista Mauro de Mauro venne ucciso perché aveva scoperto i dettagli della misteriosa morte di Enrico Mattei e stava per divulgare quelle informazioni e che l’unico imputato assolto in tutta la vicenda fu Totò Riina

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...