Omicidio Garlasco, Stasi condannato a 16 anni COMMENTA  

Omicidio Garlasco, Stasi condannato a 16 anni COMMENTA  

image

Sono trascorsi ormai sette anni dalla morte della giovane Chiara Poggi, uccisa il 13 Agosto 2007 nella sua casa di Garlasco. Oggi finalmente il suo assassino ha un nome: i giudici hanno infatti condannato a sedici anni di carcere l’ex fidanzato della ragazza, Alberto Stasi. I giudici non gli hanno riconosciuto le attenuanti e l’aggravante della crudeltà, il verdetto è stato emesso con un rito abbreviato. L’ex studente bocconiano Stasi nel 2009 era stato assolto il 17 Dicembre 2009, poi due anni dopo l’assoluzione è stata confermata in secondo grado.

E’ stata poi la Cassazione a cancellare il tutto. La Prima Corte d’Assise d’Appello, dopo lunghe ore di acceso dibattimento, ha ritenuto Alberto Stasi colpevole dell’omicidio di Chiara, anche se è stata dimezzata la richiesta di trenta anni di reclusione avanzata dal procuratore generale Barbaini. Il verdetto ha lasciato interdetto Alberto Stasi, che ha fatto appello alle coscienze affinchè venga assolto in quanto innocente. Ai genitori e al fratello di Chiara Poggi è stato disposto il risarcimento di un milione di euro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*