Omosessualità latente femminile: come capire se è lesbica COMMENTA  

Omosessualità latente femminile: come capire se è lesbica COMMENTA  

Ci sono alcuni segnali che vanno interpretati per capire se una donna è lesbica e ha un’omosessualità latente. Ecco quali sono.

L’attrazione sentimentale ed erotica può scattare anche tra donne. L’omosessualità femminile ci è sempre stata, fin dal lontano passato, basti pensare alla poetessa greca Saffo. In genere l’omosessualità femminile tende ad essere più nascosta rispetto a quella maschile, ed è caratterizzata da risvolti sentimentali e affettivi che la rendono più simile ad una amicizia complice. Il lesbismo a volte può restare inconscio o latente per molto tempo, per poi manifestarsi nelle relazioni affettive occasionali oppure durature. L’attrazione lesbica può essere episodica, cioè manifestarsi in alcune fasi della vita, come l’adolescenza, per poi evolversi in futuro in un orientamento eterosessuale.

Leggi anche: Ecco le posizioni da evitare nel sesso


L’orientamento sessuale di una persona è fatto di varie sfaccettature, per cui può non essere facile riconoscere se si è in presenza di una lesbica o di un gay. Per capire se una donna è lesbica o meno può essere utile imparare a “leggere” i segnali del corpo (lo sguardo verso le altre donne, l’avvicinamento e lo sfregamento verso di loro, ecc.), prestare attenzione alle  battute e i commenti (se rivolte più verso gli uomini o le donne), osservare il rapporto che ha con le amiche più intime.

Leggi anche: Seno, la zona erogena che piace alle donne


Se poi si ha un rapporto diretto e schietto con questa persona, si può tentare di intavolare un discorso in generale sull’omosessualità e vedere cosa ne pensa, oppure provare a farle la domanda diretta.

Il dialogo non deve mai degenerare in conflitto, anche se sull’argomento si hanno vedute divergenti. Il consiglio è di non esprimere idee e giudizi sulla sessualità altrui e di non svelare l’identità sessuale di altre persone senza il loro consenso.

Leggi anche

Style

Transgender famosi e poco conosciuti

Il termine "transgender" è molto di moda oggi: quale significato, persone classificabili, lista dei più famosi e conosciuti al mondo, nomi non popolari Il termine transgender è diventato di grande moda, spesso se ne sente parlare ma, in effetti, nessuno ha ben chiare le idee dato che anche nella lingua italiana sono differenti i significati del termine a seconda del contesto in cui si utilizza la parola. Per quanto concerne la sua origine etimologica, è da ricondursi al movimento LGBT, nato negli USA intorno ai primi anni ‘80, per indicare un movimento di stampo politico che avversa la logica eterosessista Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*