Operaio muore sul lavoro nel giorno della festa dei lavoratori COMMENTA  

Operaio muore sul lavoro nel giorno della festa dei lavoratori COMMENTA  

L’Aquila – Vasile Copil, romeno, operaio edile di 51 anni, dovrebbe diventare il simbolo dell’1 maggio. Una giornata che sarebbe dovuta essere di festa per tutti i lavoratori ma che è diventata una giornata di lutto per quanti volevano bene a Vasile.

L’uomo stava lavorando in un cantiere a Rocca di Cambio, nell’aquilano, quando, è caduto da un’impalcatura. Inutili i soccorsi, Vasile è morto per guadagnarsi da vivere.

Vasile è morto il primo maggio mentre dalle piazze italiane si chiedeva maggiore sicurezza, maggiore giustizia e dignità per tutti i lavoratori. Questa morte deve farci riflettere perché c’è chi, giorno dopo giorno, con la scusa della crisi, cerca di sottrarre ai lavoratori quei diritti conquistati in anni di lotte e di sangue versato sulle strade e nei posti di lavoro.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*