Operative le prime AgriTate in Piemonte

Attualità

Operative le prime AgriTate in Piemonte

Venerdì 31 agosto, nella sede di Coldiretti Piemonte, saranno ufficialmente consegnati gli attestati di frequenza e profitto alle prime Agritate che hanno concluso positivamente, nell’ambito del progetto sperimentale, il percorso formativo della durata di 400 ore, suddivise tra teoria e pratica, e che ora sono idonee ad iniziare l’attività.
“Gli obiettivi fondamentali di questo progetto – sottolineano Paolo Rovellotti, presidente, e Bruno Rivarossa, direttore di Coldiretti Piemonte – sono quelli di avviare un servizio di alta qualità per le famiglie interessate, valorizzando gli aspetti di domiciliarità e ruralità, con l’accoglienza dei bambini in famiglia, nel contesto dell’azienda agricola. Un passo importante della nostra organizzazione per rafforzare il presidio del territorio rurale e per favorire l’occupazione femminile, permettendo di conciliare il tempo dedicato al lavoro e il tempo dedicato alla famiglia”.
“Ci auguriamo che progetti sperimentali di questo tipo possano svilupparsi ulteriormente nel tempo – prosegue Rivarossa – in modo da ampliare le opportunità per le imprese agricole, favorendo nuove attività nell’ambito dell’agricoltura sociale”.
Con l’Agritata si delinea una nuova professione che opera in un contesto familiare.

Le Agritate accolgono bambini dai tre mesi ai tre anni, seguendo un progetto pedagogico specifico che porta alla riscoperta della natura, della stagionalità e delle eccellenze della nostra agricoltura.
Il progetto sperimentale è realizzato in sinergia con la Regione Piemonte, in particolare con l’Assessorato alle Politiche Sociali e per la Famiglia, l’Assessorato all’Agricoltura e l’Assessorato all’Istruzione, Formazione Professionale e Lavoro.
L’ente gestore che costituisce il raccordo operativo tra il progetto e le Agritate è la Cooperativa Sociale Linfa Solidale.
“Con la consegna degli attestati – evidenzia Maria Chiara Bellino, coordinatrice regionale del progetto per Coldiretti – si raggiunge un importante risultato con le prime Agritate idonee, che potranno essere operative per le numerose famiglie che hanno già manifestato interesse per questo servizio innovativo, che garantisce la personalizzazione e la flessibilità dell’orario, oltre alla capillarità sul territorio e alla conciliazione dei tempi della vita familiare e lavorativa”.

Di seguito l’elenco delle Agritate che saranno operative sul territorio piemontese.

Ad Asti: Laura Ambrosio (Aramengo), Sabrina Bernardi (Passerano Marmorito), Maria Francesca Lovisolo (Buttigliera d’Asti). A Cuneo: Erica Aimar e Wanda Maria Giordano (entrambe di Barge), Sara Beccaria (Montelupo Albese). A Torino: Rosanna Bertolino (Mazzè), Erika Bussolino (Leinì), Laura Crivellari (Villastellone), Daniela Moncalvo (Settimo Torinese), Elena Maria Valerio (San Martino Canavese), Barbara Villa (Trofarello).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche