Ora non è il momento di pubblicizzare il tour COMMENTA  

Ora non è il momento di pubblicizzare il tour COMMENTA  

Si sanno già un sacco di cose della disgrazia che ha coinvolto un ragazzo di vent’anni al concerto poi annullato a Trieste di Jovanotti e il suo ‘Ora Tour’. Il ragazzo, uno studente che arrotondava, dicono, a cinque euro l’ora, o a sedici euro l’ora, dicono altri, Francesco Pinna è morto schiacciato dalla struttura che sorreggeva il palco. E non è mancato il commento lacrimoso di Jovanotti e anche di altri personaggi noti che fanno della scena pubblica un modus vivendi. Lasciamo stare quel presentatore siculo del lunedì sera, senza fare nomi, che prima ancora di capire cosa fosse successo, si era affrettato a rendere un cordoglio al cantante di Cortona, come se fosse più importante dimostrare di esserci in quel momento piuttosto che soffrire davvero per qualcuno che era morto, ma poi ha recuperato aggredendo lo specchio dei convenevoli con unghie affilate di furbizia.


Le successive date del tour sono state annullate. Ecco questo sembrerebbe giusto, anche perché adesso a guardare il faccione di Jovanotti che esce dallo spazio nel manifesto dell’Ora Tour ci si sente un pò troppo osservati, come se quell’icona commerciale, vista e rivista dappertutto prima dell’incidente mortale, fosse diventato ora il macabro simbolo della morte del povero Pinna.

Poi che succede in tv? Passano l’edizione speciale dell’Ora Tour in dvd, pronta e impacchettata, bella bella per Natale, e te la spiattellano ovviamente in quei canali d’informazione che raccolgono più utenti, mica scherzano quando si tratta di vendere e guadagnare.

E chi ascolta Jovanotti senza amarlo troppo un pò già lo sa che condito nel mieloso buonismo che lo accompagna da tempo insieme al ghigno incantantore e la sforbiciata elettrica dal vivo, c’è anche un diabolico meccanismo che scatta dopo che hai ascoltato più di tre volte uno dei suoi ritornelli: nel cervello rimbalza fino a che non lo canticchi e nei casi più forti ti spinge a comprare il disco senza saperne veramente il perché.

Leggi anche

About Andrea Paolucci 2643 Articoli
Andrea Paolucci è l'autore di WUH! - Gorilla Sapiens Edizioni http://www.gorillasapiensedizioni.com/libri/wuh
Contact:

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*