Oreste Massimino è presidente nazionale della sezione avicola di Confagricoltura COMMENTA  

Oreste Massimino è presidente nazionale della sezione avicola di Confagricoltura COMMENTA  

Lunedì 4 febbraio il presidente di Confagricoltura Cuneo, Oreste Massimino, è stato nominato a Cremona presidente nazionale della sezione avicola di Confagricoltura. Resterà in carica per il prossimo triennio. Per il rappresentante dell’associazione agricola cuneese, già presidente della sezione avicola di Confagricoltura Piemonte, si tratta di un nuovo prestigioso incarico, questa volta a livello nazionale, ottenuto dopo anni di intenso lavoro all’interno del Consiglio della sezione nazionale di prodotto.

“Sono personalmente molto onorato di poter rappresentare gli interessi degli imprenditori avicoli di tutta Italia – ha dichiarato Oreste Massimino – e allo stesso tempo ritengo questa mia nomina un importante riconoscimento del lavoro svolto sul territorio da parte della Confagricoltura di Cuneo. Mi aspetta un compito non semplice per via del delicato momento che il comparto sta attraversando, ma continuerò a lavorare con impegno per tutelare gli interessi di quanti operano in questo settore e devono fare i conti con problematiche molto sentite, su tutte le disposizioni del ‘welfare’ animale che interessano gli allevamenti di polli a galline”.

“A nome di tutta l’organizzazione provinciale esprimo le più sentite congratulazioni al presidente Massimino per il riconoscimento ottenuto – ha sottolineato Roberto Abellonio, direttore di Confagricoltura Cuneo –; sono certo che saprà ricoprire questo incarico con elevata serietà e adeguata competenza. Questa nomina è importante anche per tutta l’agricoltura cuneese, che potrà adesso contare su un nuovo suo rappresentate autorevole nelle sedi nazionali”.


CENNI BIOGRAFICI:
Oreste Massimino nasce il 4 marzo 1947 a Rocca de’ Baldi, in frazione Crava. Diplomato al liceo Classico di Mondovì, si laurea in Veterinaria a Torino nel 1971. Quattro anni dopo si sposa con Caterina, dalla quale ha tre figli (Silvio, Luca e Viola). Attualmente vive con la sua famiglia a Cuneo in frazione Madonna della Grazie. Imprenditore agricolo del settore avicolo fin dai primissimi anni ’70, possiede in compartecipazione due allevamenti di galline riproduttrici a Rocca de’ Baldi (25mila capi) e a Chieri (20mila capi). Sempre nell’azienda torinese vengono allevati circa tre mila maiali da ingrasso.

L'articolo prosegue subito dopo

Entra nel consiglio direttivo di Confagricoltura Cuneo nel 1999, quando assume la presidenza della sezione Avicola, incarico ricoperto anche nell’ultimo mandato. Dal 2011 è presidente anche della sezione avicola di Confagricoltura Piemonte, oltre ad essere membro della federazione nazionale avicola di Confagricoltura. Dal 2009 al 2012 è stato vice presidente vicario di Confagricoltura Cuneo. L’impegno al servizio del settore è testimoniato anche da altri importanti incarichi ricoperti nel corso degli anni: è stato amministratore delegato della Famaarco ed è attualmente membro del Cda della Ora Agricola di Cherasco, il principale macello avicolo piemontese. È inoltre presidente del Consorzio per la tutela e valorizzazione del Cappone di Morozzo e del ConsAlPi (Consorzio Allevatori Piemontesi). È infine membro del consiglio di amministrazione della Bcc di Pianfei e Rocca de’ Baldi.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*