Orsi polari costretti a lunghe nuotate per colpa dei cambiamenti climatici COMMENTA  

Orsi polari costretti a lunghe nuotate per colpa dei cambiamenti climatici COMMENTA  

Orsi polari costretti a  lunghe nuotate  per colpa dei cambiamenti climatici. Questa la dichiarazione dei ricercatori del Geological Survey statunitense. Attraverso i collari  Gps i ricercatori hanno potuto seguire nel corso di sei anni le lunghe nuotate fatte da 20 orsi bianchi femmine, alcune delle quali all’inizio del loro viaggio partivano con loro i propri cuccioli.

I dati raccolti, secondo lo studio, sono preoccupanti: per colpa del drastico declino dei ghiacci nel giro di pochi anni e’ aumentata drasticamente la frequenza e l’estensione delle nuotate.

Gli orsi seguiti hanno ‘viaggiato via mare’ dalle 17 ore ai 10 giorni coprendo tra le 33 e le 427 miglia a sud del Mar di Beaufort nell’Oceano Artico a nord dell’Alaska. ”Gli orsi disperdono tantissima energia per raggiungere le potenziali prede – ha commentato Massimiliano Rocco, responsabile specie del Wwf Italia – come vuole sottolineare questa ricerca, il riscaldamento globale sta mutando drasticamente i territori di queste popolazioni: abituati a muoversi sul ghiaccio per raggiungere le loro prede, adesso si sentono mancare il ‘terreno’ sotto le loro zampe e sono costretti a nuotare sempre di piu”’.  Cio’ provoca inevitabilmente anche una riduzione del peso corporeo e del grasso, con conseguente riduzione della capacita’ di resistere alle basse temperature dell’acqua e atmosferiche.

Leggi anche

About Chiara Cichero 959 Articoli
Mamma, laureata, scrittrice incallita, ambientalista da una vita, esperta in Pnl, in comunicazione di massa e nel benessere emotivo. Maremmana per amore di questa terra tanto rigogliosa, fiorentina di nascita e di formazione. Blogger e redattrice on line, attualmente studentessa in Seo Web Marketing Specialist.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*