Ortoressia, quando il cibo sano diventa un’ossessione

News

Ortoressia, quando il cibo sano diventa un’ossessione

La scelta di un’alimentazione sana sta coinvolgendo sempre più persone, che cercano di mangiare meglio facendo anche del bene all’ambiente. Quando però la ricerca di un cibo sano a tutti i costi diventa ossessiva, ci troviamo di fronte ad un disturbo alimentare simile alla bulimia e all’anoressia, chiamato “ortoressia nervosa”. Questo problema colpisce soprattutto le giovani donne, ma è in aumento anche fra gli uomini. Secondo una stima del Ministero della Salute, su tre milioni di italiani che soffrono di disturbi del comportamento alimentare, il 15% è formato da ortoressici.

In genere chi soffre di tale disturbo inizia a cambiare le proprie abitudini alimentari: da onnivoro, diventa vegetariano, vegano o addirittura crudista. Pare che il 15% degli atleti sia a rischio ortoressia, perché gli sportivi sono molto più attenti a ciò che mangiano e sono più portati ad eliminare alcuni particolari cibi dalla sua alimentazione. Per combattere questo disturbo è necessario rivolgersi a due specialisti: uno psicologo ed un nutrizionista, per scardinare le convinzioni alimentari errate e trovare una soluzione alle paure e all’ansia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche