Orzaiolo è contagioso? Rimedi naturali per combattelo

Donna

Orzaiolo è contagioso? Rimedi naturali per combattelo

ORZAIOLO.
ORZAIOLO.

Arriva l’estate e vi capita spesso di avere l’orzaiolo? Vi state chiedendo se è infettivo? Scopriamo insieme questa patologia.

L’orzaiolo è un’infiammazione acuta delle ghiandole sebacee alla base delle ciglia che può formarsi esteriormente alla palpebra quando colpisce una ghiandola di Zeis o interiormente alla palpebra quando colpisce una ghiandola di Meibomio. È generalmente causato da una infezione batterica da stafilococco. Questa infiammazione può anche verificarsi in presenza di una blefarite.

L’orzaiolo è contagioso? Come si attacca?

L’orzaiolo è un disturbo che può essere molto contagioso. A questo riguardo è necessario fare molta attenzione a non toccare con mani nude la zona colpita perchè c’è un alto rischio di contagiare anche l’occhio sano, oppure trasmettere lo stafilococco (il batterio) ad altre persone.

Orzaiolo rimedi

L’orzaiolo solitamente tende a scomparire spontaneamente nel giro di qualche giorno. Ma se causa molto fastidio, il medico potrà prescrivere una pomata antibiotica. Se il problema è di lieve entità, si può ricorrere ad un rimedio prettamente naturale che ancora oggi si rivela molto efficace: l’impacco di acqua calda e camomilla.

Ma se l’orzaiolo tende a persistere, in questo caso il proprio medico curante potrà procedere con un’incisione, in maniera tale da espellere il pus.

Si consiglia inoltre un altro rimedio naturale, cioè stappare una bottiglia di olio extravergine e guardare all’interno nella parte infetta dall’orzaiolo.

Pomata oftalmica per orzaiolo

Per la cura dell’orzaiolo si consiglia di utilizzare un tipo di pomata oftalmica di tipo antibiotica (es.: Gentamicina, Aureomicina, Tobramicina).

Orzaiolo bambini

I bambini hanno spesso le mani meno pulite degli adulti, pertanto possono incorrere in questo problema come gli adulti e, a volte, anche più frequentemente. I bambini inoltre soffrono spesso di calazio, determinato dall’orzaiolo non ben guarito.

Calazio

Il calazio è una cisti (precisamente un lipogranuloma) localizzata nella palpebra e dovuta all’infiammazione cronica della ghiandola di Meibomio a causa dell’ostruzione del dotto escretore della stessa. Tale ostruzione può derivare, in soggetti predisposti, proprio dalla secrezione di tale ghiandola sebacea la quale è preposta alla produzione dello strato oleoso delle lacrime. Il calazio può insorgere come cronicizzazione di un orzaiolo.

Orzaiolo interno

L’orzaiolo interno è più insidioso e difficile da individuare e curare, vediamo per quale motivo e come possiamo intervenire.

Esso si manifesta con:

    • Forte arrossamento del margine palpebrale interno.
    • Gonfiore della palpebraTalvolta aumento della lacrimazione.
    • Formazione, internamente alla palpebra, di una tumefazione giallastra che dà origine all’ascesso vero e proprio, pieno di materiale purulento infetto.

Se l’orzaiolo interno non dovesse accennare a riassorbirsi nonostante l’antibiotico ad uso topico, potrebbe essere necessario praticare una piccola incisione per permettere la fuoriuscita del pus. Attenzione a non provare mai a “spremere” l’orzaiolo con le mani, potreste solo diffondere ulteriormente l’infezione.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche