Ospedale Pellegrini di Napoli: ricoveri al pronto soccorso e pazienti medicati sulle sedie

Napoli

Ospedale Pellegrini di Napoli: ricoveri al pronto soccorso e pazienti medicati sulle sedie

Un caso di malasanità all'Ospedale Pellegrini di Napoli con tantissimi ricoveri al Pronto Soccorso e molti pazienti medicati sulle sedie.

C’è un vero e proprio caso all’ospedale dei pellegrini di Napoli dove al Pronto Soccorso sono allestite tantissime barelle per i pazienti, i quali non trovano posto nei reparti e i sanitari sono costretti a mettere nei corridoi dell’ospedale.

E’ quanto successo stanotte nelle mura dell’Ospedale Vecchio Pellegrini a Napoli dove i medici e gli infermieri sono riusciti a visitare i pazienti posizionandoli nelle sedie per evitare di farli stendere a terra. Siccome non ci sono lettighe in quanto impegnate per le degenze, i medici e i sanitari hanno dovuto occuparsi dei pazienti in questo modo. Un paziente con una ferita da arma da taglio al piede è stato curato appoggiando l’arto alla sedia in quanto mancavano alcune risorse prime, come le lettighe, appunto.

32419893

L’Ospedale Pignasecca di Napoli: la situazione

L’altro ospedale della zona, ovvero il Pignasecca, sta vivendo una situazione di emergenza, in quanto mancano posti letto in vari reparti. Nella notte, erano tantissimi i degenti sistemati in barella nel Pronto Soccorso dal momento che non ci sono abbastanza posti letto per sistemarli tutti.

Nonostante i mezzi hi-tech di cui l’ospedale è stato fornito nel novembre del 2016, l’ospedale sembra davvero un ospedale da campo.

I medici dell’ospedale stanno facendo davvero di tutto per riuscire a curare più pazienti possibile, ma l’attesa è snervante e ne nascono problemi, tensioni e liti tra gli stessi ammalati. A causa di questa tensione, nella notte sono arrivate minacce e anche aggressioni verbali nei confronti dei medici stessi, ma la situazione si dimostra davvero preoccupante e non si sa dove potrebbe arrivare.
Nella giornata di ieri, sono stati tantissimi i pazienti giunti in ospedale. L’ospedale, infatti, nella sola giornata di ieri, ha registrato 210 accessi. Proprio per questo grande afflusso di pazienti, non si è riuscito a far fronte a tutte le emergenze dal momento che ci sono solo 39 posti letto e molti pazienti e ammalati sono stati allestiti con metodi di fortuna e nel Pronto Soccorso.

Il personale ha anche inviato dei fax alla centrale operativa per capire come muoversi e come fare, oltre a evitare di spostare gli ammalati, soprattutto quelli non particolarmente gravi e che non necessitano di cure particolari o sono in situazione di emergenza.

Gli stessi sanitari hanno provato a trasferire i pazienti, gli ammalati ad altri ospedali, come il Pignasecca, ma tutto è risultato vano e la situazione è davvero preoccupante e grave. Non si sa cosa potrebbe accadere e cosa potrebbe succedere. Bisognerebbe che intervenga qualcuno per migliorare la situazione e capire come fare con i diversi degenti e ammalati.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche