OSX Yosemite: truffa o realtà? - Notizie.it

OSX Yosemite: truffa o realtà?

Tecnologia

OSX Yosemite: truffa o realtà?

La progressiva diffusione dei PC Apple tra i consumatori, e l’accresciuta allerta nei confronti dei possibili canali di accesso alle informazioni personali dopo lo scoppio dello scandalo Datagate, non manca di sottoporre i sistemi Apple a un più attento scrutinio da parte degli esperti di sicurezza. Una buona notizia per tutti, visto che solo le vulnerabilità note possono essere risolte, ma che a volte può trascendere la realtà: se la notizia pare succulenta, i media o gli stessi esperti ci si lanciano a capofitto senza valutare la reale portata di quanto da loro osservato.

OS-X-Yosemite
Capita così che per una effettiva, se pur non ancora documentata, vulnerabilità di Yosemite (OS X 10.10) che è stata comunicata a Apple e verrà risolta entro gennaio, ci sia anche un incredibile polverone sollevato su un caratteristica del sistema operativo già esistente da molto tempo e che scoperta solo ora scatena il panico. Nel primo caso l’autore della scoperta è l’hacker Emil Kvarnhammar di TrueSec, azienda svedese, che ha illustrato quanto da lui scoperto su Yosemite senza addentrarsi nei dettagli: le informazioni su come sfruttare quello che definice un baco “rootpipe” sono state fornite esclusivamente a Apple, affinché potesse mettere mano al codice e produrre una patch, e solo in seguito saranno illustrate al pubblico.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche