Otto metri quadri ma dotato di ogni confort: l’appartamento più piccolo di Parigi

Arredamento

Otto metri quadri ma dotato di ogni confort: l’appartamento più piccolo di Parigi

chambre-de-bonne1-638x425

Come succede in tutte le capitali europee, anche a Parigi i prezzi degli appartamenti sono piuttosto alti e hanno la caratteristica comune di essere di esigue dimensioni. Chi ha vissuto nella capitale francese oppure conosce bene questa città sa che è facile incontrare la tipica “chambre de bonne”, che tradotto in italiano significa “la camera della domestica (tuttofare)”. Si tratta di un monolocale di piccolissime dimensioni che si trova nel sottotetto o all’ultimo piano di edifici haussmaniani realizzati nel XIX secolo. Questi mini appartamenti erano in passato destinati alle domestiche che lavoravano a servizio delle famiglie borghesi e che venivano appunto denominate “bonne a tout faire”.

I monolocali hanno dimensioni molto ridotte (dai sei ai dodici metri quadrati) e vi si accede tramite una scala in genere separata da quella principale. In questi piccoli appartamenti vi è l’arredamento essenziale e spesso neppure i servizi igienici, che vengono condivisi sul pianerottolo con le altre abitazioni. Oggi la maggior parte delle “chambre de bonne” è scomparsa. Due architetti residenti a Parigi hanno però deciso di rinnovare una tipica abitazione di questo genere, ricavandone una casa piccola ma dotata di tutti i confort che servono per viverci bene. Otto metri possono sembrare davvero pochi, ma con qualche strategia è possibile ricavare spazi anche dove non si immagina. Ecco come hanno fatto (prendi spunto da questo video se hai una casa piccola o stai per comprarne una).

This woman converts her tiny paris apartment into a complete home

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...