Padiglioni Expo più costosi dove mangiare

Expo

Padiglioni Expo più costosi dove mangiare

padiglioni
padiglioni

EXPO 2015 compie oggi il suo primo mese di vita e anche se forse è presto per i bilanci, dato che l’esposizione universale durerà fino a ottobre, possiamo già indugiare in qualche riflessione.

Padiglioni Expo più costosi dove mangiare

Il tema di quest’anno è nutrire il pianeta, importante sia per il legame tra cultura, turismo ed enogastronomia, sia per il problema del consumo del suolo, della fame nei paesi sottosviluppati, etc. Il fatto però che uno degli sponsor sia la multinazionale McDonald’s, che non è proprio un grande esempio di azienda che produce cucina sana e che tratta bene i lavoratori della terra, lascia un po’ perplessi.

Inoltre in molti si sono lamentati anche con un certo sarcasmo del fatto che alla fine della fiera si rischia di andare all’Expo per mangiarsi un panino. Questo a causa dei prezzi molto alti del cibo nei vari padiglioni.

Al padiglione Italia una pizza Margherita costa 10 euro.

Nel padiglione giapponese un kaiseki e una bottiglietta d’acqua sono costati a uno sventurato turista 115 euro.

Al padiglione tedesco una cotoletta costa circa 22 euro.

Al padiglione spagnolo il tipico salume jamon costa 400 euro al chilo.

Nel padiglione Food and fruit discrict una birra e una fetta di torta di mele costano 20 euro.

1 Trackback & Pingback

  1. Padiglioni Expo più costosi dove mangiare | Ultime Notizie Blog

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...