Padova: arrestato l’ingegnere dei parcometri COMMENTA  

Padova: arrestato l’ingegnere dei parcometri COMMENTA  

parcometri

Questa notizia non è stata inventata da quelli di Lercio.it. Domenica pomeriggio i carabinieri della locale stazione di Padova hanno sorpreso l’ingegnere del software per parcometri in Via Grottamelata, nei pressi dell’autosilos dell’ospedale. L’azienda ospedaliera e la ditta Cityware Engineering avevano sporto denuncia contro ignoti in seguito ai frequenti furti di monetine dai parcometri.

Per l’ingegnere del software dei parcometri, Zaki Fall un cittadino di 45 anni originario della Mauritania, sono subito scattate le manette. I militari dell’Arma lo pedinavano da almeno due settimane. Ma secondo l’accusa erano almeno 20 anni che Zaki Fall manometteva i parcometri per intascare le monetine che i parcheggiatori inserivano nella macchinetta. Al momento sono al vaglio degli investigatori le immagini delle telecamere del parcheggio per verificare se l’ingegnere agisse da solo o con dei complici.

L’ingegnere dei parcometri aveva studiato nei minimi dettagli il piano per svuotare le macchinette senza farsi beccare. Dopo averle svuotate inseriva altre monetine che potessero raggiungere il numero di quelle già inserite ma di importo inferiore. Il parcometro di Via Gattamelata segnava sempre un incasso troppo basso nel weekend, per questo motivo i gestori hanno deciso di andare a fondo. Durante la perquisizione in casa di Zaki Fall sono stati ritrovati 4 mila euro in monetine.

Zaki Fall è stato già sottoposto a processo per direttissima e ha deciso di patteggiare gli 8 mesi di reclusione con pensa sospesa. Dopo la notte passata in cella è stato rimesso in libertà e ha dovuto restituire tutte le monetine dei parcometri.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*