Padova-Torino: ultimi 15′ il 14 dicembre. Ma non si giocherà

Calcio

Padova-Torino: ultimi 15′ il 14 dicembre. Ma non si giocherà

La prima data è stata rispettata, e non si sono registrate sorprese: martedì è giorno di delibere del Giudice Sportivo e, più attese che mai, sono arrivate le decisioni di Gianfranco Valente sul “caso” Padova-Torino. O meglio, più che una decisione si è trattato di un atto formale: il giudice infatti non ha ovviamente omologato il risultato e la Lega ha immediatamente ufficializzato che i quattordici minuti mancanti verranno disputati mercoledì 14 alle ore 14.30. Peccato che tutti, ma proprio tutti, sanno che tutto questo non succederà. Ed ecco qui arrivare la seconda data decisiva, quella di mercoledì 7, entro cui il Torino dovrà far arrivare alla Lega il ricorso ufficiale che richiede in primo luogo l’accertamento delle eventuali responsabilità del Padova in merito al black out (non a caso verrà incluso nel ricorso il comunicato dell’Enel che chiarisce la sua totale estraneità ai fatti) ed in subordine la vittoria a tavolino.

Nel momento in cui il ricorso verrà depositato, la mancata disputa della parte conclusiva della partita sarà automatica: la Disciplinare infatti si riunirà venerdì 16, due giorni dopo la data indicata.

Allo stesso Commissione spetterà decidere il da farsi, ovvero se accogliere in toto il ricorso del Torino, respingerlo facendo disputare i sedici minuti o scegliere la via intermedia, disponendo la ripetizione dell’intera gara seguendo pedissequamente il comma 4 dell’articolo 17, che parla di “impedimenti non valutabili con criteri tecnici alla base della sospensione di una partita”. Inevitabile quindi che la parola fine venga messa solo nel 2012.

Intanto le polemiche incrociate si sono arrestate, almeno per il momento, ma le due società rimangono comunque ferme nelle rispettive posizioni. Basti pensare alla palese diversità delle rispettive home page dei siti ufficiali: mentre quella del Padova dà ampio risalto all’ufficializzazione della nuova data, quella del Toro la ignora totalmente, ritenendo implicitamente una sola conclusione possibile della vicenda. Una conclusione che sembra essere scritta nei regolamenti, pur scontrandosi con l’etica e la ragione. Intanto sembra chiarirsi almeno un dubbio: Parisi, Basha e Vives, che avevano saltato per squalifica la gara dell’Euganeo, saranno regolarmente a disposizione di Ventura per la sfida contro il Pescara di sabato prossimo.

La partita contro il Padova infatti è stata sospesa, non rinviata: i tre salteranno, eventualmente, la prosecuzione della sfida in terra veneta. Se mai si giocherà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche