Padovano fa causa Emirates: 8 ore di volo con super obeso

volo

Volo in piedi con la compagnia Emirates: avvocato costretto a viaggio scomodo perchè il vicino di posto obeso occupava il suo sedile.

Viaggiare su un aereo di linea non è mai tra le esperienze più comode e rilassanti che si possano fare.

Leggi anche: Aereo precipitato in Macedonia: morti 6 italiani

Soprattutto se si tratta di un volo low cost: si ha sempre bagagli pesanti da trasportare, check in da superare, l’ansia del peso della propria borsa a mano, code interminabili e sedili scomodi in cui stare seduti per ore di seguito.

Leggi anche: Scomparso aereo EgyptAir in volo da Parigi diretto al Cairo

Ma la maggior parte di queste esperienze viene eliminata o almeno migliorata quando si passa a viaggi in business o prima classe. Su aerei di lusso, come quelli della compagnia Emirates, degli Emirati Arabi, la situazione è quasi quella di andare in una S.P.A. Ma uno dei problemi principali rimane: a meno che non si abbia un aereo privato, non si può mai sapere chi sarà il nostro vicino di posto.

Leggi anche: Proseguono ricerche del volo MS804 Egyptair nel mar Egeo

Magari una madre con un bambino urlante o una persona che russa, può sempre capitare di avere un vicino fastidioso. Lo sa bene Giorgio Destro, avvocato che lo scorso luglio ha avuto un viaggio da incubo nella tratta da Città del Capo a Dubai proprio su un volo della compagnia di lusso Emirates.

L'articolo prosegue subito dopo

Leggi anche: Singapore – Milano: fiamme ma salvi tutti

Il suo fastidioso vicino, era un uomo di mezza età obeso, che senza volerlo occupava per la metà anche il sedile dell’avvocato. Dopo aver passato il volo sul sedile delle hostess Destro ha deciso di far causa alla compagnia aerea che precedentemente gli aveva negato il rimborso del biglietto.

Leggi anche

terremoto-tonga-islands
Esteri

Terremoto magnitudo 6.4 tra isole Tonga e Fiji, replica M 6.6

Sono ore preoccupanti per l'oceano Pacifico meridionale. Dopo i terremoti di magnitudo 6.4 e 6.0 registrati in prossimità delle Filippine e della Papua Nuova Guinea, un'altra scossa di terremoto si è verificata, poco fa, più ad est, in un'area densa di isole, molte delle quali abitate. Si è trattato di un altro terremoto violento, di magnitudo 6.4, registrato dai simografi tra gli arcipelaghi delle Tonga e delle Fiji. Il servizio geologico statunitense Usgs ha registrato la scossa alle 23.07 ora italiana: il sisma ha avuto un ipocentro di 196,1 km, dunque molto profondo anche se non molto, se rapportato ad [...]

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*