Padre condannato per abusi, dopo 15 anni i figli ritrattano tutto

News

Padre condannato per abusi, dopo 15 anni i figli ritrattano tutto

Condannato a 9 anni e due mesi per abusi commessi nei riguardi dei due figli. Ora si scopre che in realtà gli abusi denunciati nei confronti dell’uomo erano solo menzogne. L’episodio è accaduto a Bologna. La verità è emersa dopo quindici anni, grazie alla scoperta di un diario, già scritto nel 2009,in cui uno dei figli dell’uomo confessa che è stata la madre a costringere i figli a mentire e accusare il padre del grave reato.

Il diario contenente la verità sull’accaduto era stato dato in consegna agli educatori di una comunità del Bresciano e fino ad ora nessuno ne era venuto a conoscenza.

La vicenda, che risale appunto a 15 anni fa, è avvenuta tra la Sardegna, luogo di origine della famiglia e Brescia dove il nucleo familiare (madre, padre e due figli) abitava. A raccontare come sono andati realmente i fatti è stato Gabriele, il figlio maggiore che ora ha 24 anni, e che ha vissuto fino all’età di 18 anni in comunità.

“Quello che abbiamo detto io e mio fratello erano tutte invenzioni dettate da quello che ci diceva mia madre”, ha rivelato. All’epoca Gabriele aveva 12 anni, mentre suo fratello nove.

Il legale dell’uomo accusato degli abusi ha dichiarato che questa ritrattazione da parte dei figli, anche se a distanza di tanti anni, costituisce una nuova prova su cui revisionare il processo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche