Pagine bianche. 55 libri che non ho mai scritto COMMENTA  

Pagine bianche. 55 libri che non ho mai scritto COMMENTA  

 

 

“Beffarsi della penna è scrivere davvero,  come vivere davvero è beffarsi della vita”. Delle moltitudini di volumi che non  scrisse mai, il non-autore Baroncelli in questo libro dei libri raccoglie tutto:  recensioni, risvolti di copertina, giustificazioni, trame, prefazioni,  epigrafie, album, illustrazioni, geografie, sommari, indici dei nomi, note,  tracce biografiche, incipit.

Tutto tranne il testo, di cui non sente alcun  bisogno essendo autore di finzioni, e di ironie lugubri e sferzanti. Solo che in  tali finzioni immerge prima di tutto se stesso e quindi, come finzioni delle  finzioni, i nostri sé di lettori.

Dopo aver creato, nei libri precedenti,  migliaia di fantasiose e veridiche voci biobibliografiche relative a letterature  e letterati di almeno un paio di millenni, in questo dove parla finalmente dei  libri tutti suoi, quelli che non scrisse, Baroncelli si svela come una sorta di  moralista secentesco trapiantato nei nostri anni, uno scrittore di Pensieri  inevitabili come evitabili sono le trame dei suoi romanzi, scettico, stoico,  meravigliosamente libertino di mente.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*