Palermo: Cosa visitare nella città COMMENTA  

Palermo: Cosa visitare nella città COMMENTA  

Palermo è una città romana, una città che fu conquistata dai normanni, svevi, francesi e spagnoli. Nella città ci sono davvero tantissimi secoli di storia. Palermo è una città dai mille volti. Se si visita il capoluogo siciliano è possibile vedere con che fierezza vengono mostrati tutti i monumenti e zone del suo passato glorioso. Nella città è possibile trovare anche cupole arabe, chiese barocche, palazzi in stile liberty, spazi verdi e tanto altro ancora. Per chi visita la città è davvero impossibile non restare stupiti da ciò che si vede. Tra i luoghi più belli ed importanti di Palermo possiamo trovare la Cattedrale di Palermo e la Chiesa della Martorana.


Palermo, la Cattedrale di Palermo è stata costruita nel 1185. Questa imponente cattedrale sorge sui resti di una precedente basilica cristiana che fu trasformata dai saraceni in moschea. Tutti i restauri che ha subito nel corso di questi anni ne hanno cambiato l’aspetto iniziale. La sua facciata principale che è compresa tra due torri presenta un grandissimo portico che è in stile gotico catalano, mentre la cupola è di stile barocco. L’interno fu ricostruito per comando di Ferdinando Fuga nel diciannovesimo secolo ed è quasi tutto in stile neoclassico. Al suo interno ha numerose stanze tra cui le stanze del tesoro dove è possibile ammirare la tiara d’oro che era della regina Costanza D’Aragona.


Ma oltre alla Cattedrale è possibile anche visitare un altro monumento molto importante come la Chiesa della Martorana di Palermo. Questa venne edificata nel 1143, la costruzione venne comandata da Giorgio d’Antiochia, infatti questa chiesa conosciuta con questo nome è anche chiamata la chiesa di Santa Maria dell’Ammiraglio.

Anche in questo caso ci sono state numerose modifiche tra il sedicesimo e diciassettesimo secolo. Questa chiesa è molto caratteristica infatti al suo interno possiamo trovare numerosi mosaici dove viene raffigurato Gesù, il transito di Maria, la presentazione del Tempio e l’Annunciazione.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*