Palermo-Juventus: precedenti e probabili formazioni

Calcio

Palermo-Juventus: precedenti e probabili formazioni

Palermo, Lazio e Roma: ecco le ultime tre trappole, Coppa Italia a parte, cui la Juventus dovrà prestare attenzione per mantenere un’imbattibilità stagionale che, se davvero raggiungesse le trentotto partite, avrebbe davvero dello storico e del clamoroso. Trappole però forse solo virtuali, almeno se i bianconeri affronteranno gli avversari con la stessa ferocia vista nel secondo tempo contro il Napoli. Si comincia dal Barbera, ancora con qualche ora di ritardo rispetto al Milan, contro un avversario che nella storia recente ha sempre fatto soffire la Juve. Ma era un altro Palermo, ed un’altra Juventus.

Palermo: “la quota salvezza è ormai ad un passo, e l’importante è avere giocatori come Donati ed Hernandez pronti per il derby”. Una frase forse ingenua quella pronunciata ad inizio settimana da Bortolo Mutti, ma significativa dell’approccio con cui i rosanero affronteranno la sfida contro la Juve: dopo la prima vittoria esterna della stagione a Bologna la mente del gruppo è già alla grande sfida contro il Catania in programma al Barbera tra due settimane, una partita che in stagioni anonime come questa può davvero valere una stagione. Insomma la sensazione è che si vada verso una classica gara decisa dalle motivazioni ma ciò non toglie che in campo scenderà il Palermo migliore, al netto delle pesanti assenze: squalificati Mantovani, Bertolo, Donati ed Hernandez, infortunati Silvestre e Balzaretti, Acquah sarà l’inedito esterno sinistro ma torna a disposizione almeno Miccoli che farà coppia con Budan. Il presidente Zamparini ha provato a riscaldare l’ambiente stuzzicando la Juve ma al Barbera il rapporto del tifo sarà quasi paritario. Indisponibili: Aguirregaray, Balzaretti, Silvestre. Squalificati: Bertolo (2), Mantovani, M. Donati, Hernandez.

Juventus: tra veleni da calcioscommesse e le solite polemiche a distanza con il Milan, per i bianconeri è stata un’altra settimana di sottili tensioni. Buona però per ricompattare ulteriormente l’ambiente, che sembra esaltarsi sotto tensione. Ma è una tensione diversa rispetto a quella di un mese fa: oggi la squadra è più convinta dei propri mezzi e prova a guardare solo a sé stessa. Quanto alla formazione è previsto un altro cambiamento tattico dal 3-5-2 al collaudato 4-3-3 ma ormai il gruppo sa passare con disinvoltura da un modulo all’altro anche all’interno della stessa partita grazie ad una condizione fisica eccezionale e ad un’autostima alle stelle. Rispetto al Napoli quindi, intoccabile il trio di centrocampo, uscirà un difensore, Bonucci, per fare spazio a Pepe che completerà il tridente con Vucinic e… chi? L’ormai consueto ballottaggio a tre Borriello-Matri-Quagliarella questa volta dovrebbe premiare quest’ultimo, il giocatore ideale per Conte per la mobilità che assicura su tutto il fronte offensivo. Al Barbera un mese fa il Milan ha maramaldeggiato. La Juve vuole mandare un altro messaggio ai rivali. Indisponibili: nessuno. Squalificati: nessuno.

Precedenti: la sfida è tornata un appuntamento fisso della massima serie solo da sette anni, con l’unica eccezione della parentesi in B della Juventus. Per questo le sfide complessive in casa rosanero sono solo ventitre, con un bilancio di nove vittorie della Juve, sei dei siciliani ed otto pareggi, un computo che si è notevolmente riequilibrato proprio negli ultimi sei anni, con quattro vittorie del Palermo comprese quelle delle ultime due sfide in assoluto, l’ultima delle quali il 2 febbraio 2011, 2-1 con gol di Miccoli e Migliaccio per i rosanero e Marchisio per la Juve. Emozionante la sfida del 6 aprile 2008, un 3-2 risolto da un gran gol allo scadere di Cassani dopo le doppiette di Amauri, futuro bianconero, e Del Piero. Juve vittoriosa invece nel 2006, 2-1 con doppietta di Mutu il 7 gennaio, e nel 2009, 2-0 con gol di Sissoko e Trezeguet il 21 febbraio. Il risultato assente da più tempo è il pareggio che manca del 9 febbraio 1969, 1-1 con autogol di Salvadore e pareggio juventino con Haller, ultima di una serie di quattro X consecutive.

Probabili formazioni. Palermo: Viviano; Munoz, Milanovic, Labrin; E. Pisano, G. Migliaccio, E. Barreto, F. Della Rocca, Acquah; Budan, Miccoli. Juventus: Buffon; Lichtsteiner, Barzagli, Chiellini, De Ceglie; Vidal, Pirlo, Marchisio; Pepe, Quagliarella, Vucinic.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...