Palermo: la Guardia di Finanza sequestra 8 milioni in beni COMMENTA  

Palermo: la Guardia di Finanza sequestra 8 milioni in beni COMMENTA  

Sequestro di beni pari a 8 milioni di euro

La Guardia di Finanza di Palermo, in seguito alle indagini di nome “Terra Bruciata”, ha sequestrato ad un imprenditore, addetto al settore vitivinicolo di Partinico, beni per un valore di 8 milioni di euro; all’uomo son0 state sequestrate quote societarie, automezzi e locali commerciali.


Le indagini sono iniziate nel 2004: si è scoperto il ruolo dell’imprenditore  come finanziatore a supporto della famiglia Vitale, oltre che intermediario e raccoglitore di denaro attraverso estorsioni. La sua fortuna economica è stata costruita a partire dagli anni ’80, grazie alla vicinanza alla famiglia Vitale, un centro mafioso molto potente nel territorio siciliano e diretto da uomini con un alto ruolo criminale.


A causa di questa vicinanza, l’imprenditore è stato condannato a 7 anni, con confisca dei beni immobili.

 

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*