Palermo: pedonalizzazione centro storico

Palermo

Palermo: pedonalizzazione centro storico

giuffre-tullio

“Sugli interventi relativi alla pedonalizzazione degli assi viari del
Centro storico, si sono diffuse alcune informazioni del tutto
scorrette che hanno ingenerato paure, soprattutto fra i residenti.


Mi riferisco in particolare alla possibilità di estendere il divieto
di accesso ai residenti in via Maqueda.”

Ad affermarlo è l’assessore alla mobilità Tullio Giuffrè che chiarisce
così il contenuto di alcuni provvedimenti adottati oggi dai dirigenti
del suo Settore.


“In via Maqueda – spiega l’Assessore – è stato chiesto che nelle
giornate di sabato a partire dal 21 possano svolgersi delle
manifestazioni di tipo culturale e ricreativo e pertanto, solo quando
tali manifestazioni si svolgeranno e comunque mai per periodi di tempo
superiori alle tre ore, la via resterà chiusa anche ai residenti e ai
mezzi pubblici, nel tratto compreso fra via Ugo Antonio Amico e via
del Celso. Nessun provvedimento di chiusura permanente ai residenti è
stato quindi preso in considerazione.”

Anche per quanto riguarda via Ruggero Settimo, l’Assessore fa una
precisazione, “questa strada, ormai da anni, viene chiusa la domenica
per l’intera giornata ma durante questo periodo delle feste, la
domenica sarà riaperta alcune ore, dalle 13 alle 16 in modo da avere
un orario unico in tutti gli assi interessati.”

Infine una risposta alle polemiche sollevate da un gruppo di
commercianti che ha accusato la chiusura al traffico come responsabile
di un calo delle vendite.


“Proprio quello di via Maqueda – ricorda l’Assessore – è stato il
provvedimento maggiormente sollecitato dai cittadini e dagli stessi
commercianti, che avevano registrato un aumento delle vendite in
concomitanza con la chiusura al traffico della strada.”

“Per altro – conclude Giuffrè – tutti i provvedimenti di
pedonalizzazione si adottano proprio per scoraggiare l’uso del mezzo
privato e contrastare fenomeni di abuso delle auto. La folla che ha
invaso l’asse di via Maqueda come di via Ruggero Settimo in questi
giorni dimostra che i cittadini apprezzano questa soluzione e che
questa è comunque la direzione da mantenere per costruire luoghi e
tempi di maggiore vivibilità e fruibilità del Centro storico.”

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...