Palermo, riapre il “cimitero degli inglesi”

Palermo

Palermo, riapre il “cimitero degli inglesi”

leoluca orlando

Questa mattina si è svolta la cerimonia della riapertura del Cimitero
degli Inglesi all’Acquasanta, dopo gli interventi pianificati
dall’Assessorato al Verde nell’ambito del laboratorio fondativo di
“Fare strada Palermo. Presenti, tra gli altri, l’Assessore Giuseppe
Barbera e i rappresentanti di associazioni cittadine, studenti e
visitatori.

La riapertura è avvenuta dopo che, negli scorsi giorni, squadre di
giardinieri comunali hanno lavorato per rimuovere cumuli di rifiuti e
sterpaglie che occultavano e rendevano illeggibile un luogo di
importanza storica e culturale non indifferente. Un’attenta operazione
di pulizia e di diserbamento ha consentito di riportare alla luce le
antiche sepolture, i cippi e le lapidi e di potere visitare in
sicurezza l’antico giardino.

“Il senso di questo recupero, grazie al quale non si è snaturato
l’aspetto romantico del giardino – ha detto l’Assessore Barbera –
mantiene i canoni del cosiddetto giardino in movimento, che valorizza
il ruolo della vegetazione spontanea dei luoghi, attribuendo all’uomo
il compito di assecondare la natura . E così nel cimitero degli
Inglesi oltre ai lavori di recupero del verde storico esistente
(alberi, palmizi e specie rampicanti) sono stati effettuati interventi
di ottimizzazione delle specie erbacee spontanee, con il risultato di
una assoluta naturalezza dei luoghi”.

“Finalmente dopo anni di incuria e degrado – ha detto il presidente
della VIII Circoscrizione Marco Frasca Polara – il Comune si è
riappropriato di questo bene restituendolo alla cittadinanza.

Il
nostro obiettivo e di garantire delle aperture con visite guidate,
letture e tutto ciò che possa servire alla valorizzazione di questo
luogo senza intaccarne le caratteristiche peculiari. Un anno fa,
quando per la prima volta mi è stato possibile fare un sopralluogo, il
cimitero era irriconoscibile, il cancello interno era semplicemente
accostato e il giardino era diventato una discarica. Il recupero di
questo plesso storico si inserisce nel rinnovato clima di impegno per
la tutela e la riscoperta del nostro patrimonio storico e artistico”

Per il Sindaco Leoluca Orlando “questo intervento, fortemente voluto
dai cittadini della zona e da tanti appassionati dei giardini storici
– rappresenta un segnale di attenzione verso la borgata e per la
possibilità di valorizzarne a fini turistici le straordinarie
caratteristiche.”

Il Cimitero degli Inglesi, ha accolto fino alla metà del XIX secolo,
le spoglie dei cittadini stranieri di religione non cattolica e in
virtù di questa universalità il Console russo Valdimir Korotkow in
rappresentanza del Corpo Consolare che raggruppa 35 paesi ha
comunicato ufficialmente l’intenzione di adottare il bene e di
renderlo fruibile ai visitatori almeno una volta al mese; da parte sua
l’assessorato si è impegnato a curare periodicamente il giardino.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*