Palermo: vigili chiedevano favori per evitare le multe. Le richieste passavano dal lavoro per l’amante a regali

Cronaca

Palermo: vigili chiedevano favori per evitare le multe. Le richieste passavano dal lavoro per l’amante a regali

Palermo: vigili chiedevano favori per evitare le multe. Le richieste passavano dal lavoro per l'amante a regali

La Corte dei Contiha condannato alcuni vigili urbani a pagare multe e penali molto salate. Ecco perchè e cosa è successo in dettaglio.

I vigili, in totale sono 3, dovranno pagare un totale di 30, 20 e 12 mila euro rispettivamente poichè inducevano le persone a far loro dei regali per non farsi dare multe, accumulando beni per migliaia di euro.

I magistrati Luciana Savagnone, Igina Maio e Sergio Vacarono li hanno condannati per il reato di induzione indebita a dare o promettere utilità. Tra i beni ottenuti, gli investigatori hanno individuaro la produzione di camicie sartoriali in serie, l’assunzione dell’amante in un negozio, una BMW X5, il parcheggio gratis in autorimessa e tre climatizzatori. Insomma, regali di un certo spessore economico.

I direttori delle aziende coinvolte venivano raggirati dai suddetti con minacce legate alle irregolarità dei loro locali di vendita e accettavano per paura di subire conseguenze più gravi e dispendiose di alcune camicie o una macchina, per citarne alcune.

Le nuove regole in questi casi prevedono anche, per le situazioni più gravi, la condanna a anni o mesi di carcere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche