Palpitazioni da ansia: sono pericolose?

Salute

Palpitazioni da ansia: sono pericolose?

Palpitazioni da ansia: sono pericolose?
Palpitazioni da ansia: sono pericolose?

Spesso confondiamo una semplice tachicardia con palpitazioni da ansia. Scopriamo bene le varie differenze fra questi sintomi

Le palpitazioni da ansia sono ben diverse dal sintomo della tachicardia poiché son dedicate in due rami diversi di studio, psicologica e medica.

Sappiamo bene che il cuore sia ben collegato all’ansia poiché tende a modificare la frequenza del battito cardiaco. Questo legame si crea quindi fra l’anima e il corpo, tra la psiche e il fisico.

L’ansia è sempre stata collocata nel petto, poiché essa nasce da un’idea di imbarazzo, costrizione, strettezza ma è caratterizzato anche dai sentimenti di preoccupazione, di paura o anche da un sintomo ben specifico che crea un pericolo ben reale.

Quando si hanno perciò queste palpitazioni, possiamo ben capire che è dovuto da un momento to che si tende a vivere in quell’attimo dovuto al cambio di respirazione improvvisa che accelera il ritmo del cuore.

Spesso l’ansia si crea anche quando si ha un qualche dolore o sintomo che attacca una parte del proprio corpo come dolori al fegato, disturbi intestinali, vertigine, stordimento, difficoltà di respiro, soffocamento, sudorazione, ecc.

Per quanto riguarda la tachicardia, è si legato in qualche modo dal panico visto che aumentano i battiti del cuore che superano il valore normale a 100 battiti al minuto mentre si considera bradicardia se è inferiore ai 60 battiti al minuto.

La tachicardia infatti ha un valore massimo di 130 battiti al minuto, come se si avesse il cuore in gola, mantenendo costante il ritmo cardiaco, compare all’improvviso con un battito che si aggira intorno ai 150 battiti al minuto ma svanise gradualmente, accompagnato da vampate di calore, sudorazione, nausea.

Una buona collaborazione tra il proprio medico curante e psicologo, aiuta molto a dissipare ogni dubbio in campo medico e far sì di poter trovare qualche terapia o farmaco che possa risolvere in parte il vostro problema.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...