Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire COMMENTA  

Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire COMMENTA  

Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire
Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire

Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire. Consigli utili per comprendere meglio tale disturbo e come affrontarlo.

Palpitazioni dopo i pasti: da cosa dipendono e come guarire. Talvolta, dopo i pasti, specialmente se abbondanti, capita di avvertire tachicardia. Si tratta di un fastidioso disturbo, che però non implica l’essere affetti da cardiopatia. Di solito, al momento della fase digestiva lo stomaco necessita di un buon afflusso di sangue. Ecco la ragione per cui il ritmo del cuore aumenta e di conseguenza i battiti. Soprattutto dopo un pasto pesante, questo lavoro richiede un grande sforzo da parte dell’apparato gastrico.


Questo tipo di palpitazioni avviene spesso e volentieri in soggetti ansiosi e in chi è affetto da patologie infiammatorie come il reflusso gastroesofageo. Molto soggetti a questo tipo di disagio coloro che hanno problemi di tiroidismo. Tuttavia, al di là delle reali cause che provocano il disturbo, è possibile curarne e contenerne gli effetti.


In primo luogo, è bene non mangiare troppo pesante. Preferire cibi a base di verdure, carne bianca, pasta, patate, riso, latte, frutta. Mangiare troppo e alimentarsi in maniera non corretta possono contribuire ad accrescere il fastidio allo stomaco. Chi soffre di reflusso o gastrite, può fare uso di farmaci anti acido. Essi, infatti danno una grossa mano nella digestione e quindi nel contenere le palpitazioni.


Chi non può assumere farmaci può utilizzare rimedi naturali. Tra questi spiccano le tisane, la camomilla, la liquirizia, la menta. Anche le medicine omeopatiche sono di grande aiuto. Molto importante anche imparare a utilizzare il training autogeno. Si tratta di tecniche di rilassamento che aiutano a tenere sotto controllo il battito cardiaco.

L'articolo prosegue subito dopo


Ovviamente, questo può avvenire in caso di ansia la cui natura non sia patologica. Concentrandosi sul battito si possono ripetere frasi atte a controllarlo. Si tratta di tecniche di stampo mediorientale che però sono usate principalmente dagli occidentali. Si adattano infatti al nostro modo di pensare.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*