Palpitazioni notturne e sudorazione: cause e conseguenze

Salute

Palpitazioni notturne e sudorazione: cause e conseguenze

palpitazioni notturne

Le palpitazioni notturne e la sudorazione non vi lasciano dormire? Non è sempre un problema di cuore. Cause e conseguenze più frequenti di questi disturbi.

Spesso, nel cuore della notte, vi svegliate con la sensazione di avere il cuore in gola? Le palpitazioni notturne e la conseguente sudorazione sono un disturbo molto frequente, specialmente nelle donne. Proprio allarmate da questi sintomi, molte donne decidono di farsi ricoverare al pronto soccorso per tutti gli accertamenti del caso. Questo perché la prima cosa cui si pensa sono disturbi cardiaci o aritmie. In realtà la maggior parte delle palpitazioni notturne è causata da altri fattori. Solo in pochissimi casi questi disturbi sono associati a problemi di cuore. Le cause sono di tipo psicogeno, cioè non organiche, e in questo senso il cuore ne è escluso. Improvvise palpitazioni, sudorazione e cardiopalmo – sentire il cuore in gola – sono in realtà causati da stress e ansia. Vediamo come e perché.

Palpitazioni notturne e sudorazione: ansia e stress

Non riuscire a sfogare ansia e stress significa somatizzarli, alla lunga.

Il momento in cui ansie e problemi si fanno sentire è proprio la notte. Quando dovremmo rilassarci e dormire, i problemi ci assillano, anche inconsciamente. Ma perché si manifestano sotto forma di palpitazioni notturne e sudorazione? La risposta sta nell’azione degli ormoni. Lo stress influenza la produzione ormonale che aumenta quando il soggetto si trova in una situazione particolare. Proprio l’iperattività ormonale causa l’aumento del battito cardiaco a riposo, facendo svegliare il soggetto nel cuore della notte. In questo senso le palpitazioni notturne sono una falso allarme, non vera e propria tachicardia. Altri fattori oltre allo stress contribuiscono a scatenare questi disturbi. Chi soffre di gastrite e reflusso esofageo può essere colpito da palpitazioni e sudorazione. Non solo, anche le donne in gravidanza possono manifestare questi disturbi, sia per l’ansia, sia per il peso dell’utero sulla gabbia toracica.

Le conseguenze di questi disturbi non sono da sottovalutare, anche se non sono legati a problemi di cuore.

L’ansia e lo stress impediscono al soggetto di riposare. Giorno dopo giorni si sarà sapere più stanchi e agitati e, se non si tiene sotto controllo la situazione, si può arrivare ad un crollo. Nei casi più gravi può addirittura portare alla depressione, quindi meglio correre ai ripari. Se le palpitazioni notturne e la sudorazione dovessero essere sintomo di problemi cardiaci, mai sottovalutarli, anche in questo caso. L’infarto è la conseguenza più ovvia di queste avvisaglie, quindi meglio consultare uno specialista e seguire un percorso terapeutico ad hoc.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche