Panorama d’Italia Milano: gli eventi dedicati alle startup

Milano

Panorama d’Italia Milano: gli eventi dedicati alle startup

panorama
A Milano si è discusso di come le startup cambieranno il lavoro.

Convegni e workshop dedicati alle startup durante la tappa milanese della terza edizione di Panorama d’Italia.

La tappa milanese della kermesse culturale e multidisciplinare Panorama d’Italia era la più attesa, oltre a quella su cui gli organizzatori hanno investito di più. Basti raffrontare i sette giorni meneghini – dal 16 al 22 ottobre – con i quattro di tutte le altre tappe per rendersene conto. È così: Panorama d’Italia a Milano è il baricentro di questo multievento itinerante, e non potrebbe essere altrimenti dal momento che proprio dal capoluogo lombardo scaturisce l’iniziativa, voluta e patrocinata dal periodico Panorama – e da tutto il Gruppo Mondadori, che accompagna l’evento con altre testate, in primis TV Sorrisi e Canzoni e Focus -, e salutata con favore dalle maggiori autorità del Paese – gli organizzatori possono esibire con orgoglio una lettera di elogio firmata dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella -, ormai giunta alla sua terza edizione.
E Milano ha ripagato con una partecipazione che è andata al di là delle migliori aspettative, facendo registrare il soldout praticamente ovunque, dagli eventi più pop a quelli più ricercati, dai workshop di formazione alle lezioni di matrice accademica.

Certo, la formula degli eventi a ingresso gratuito (agevolata da un’intelligente sistema di sottoscrizioni, che permette anche di creare un solido circuito di fidelizzazione) aiuta e non poco; ma chi ha lavorato nel settore dei grandi – o anche piccoli – eventi sa bene che questa, da sola, non basta. C’è bisogno di intercettare i gusti, le tendenze e soprattutto i desideri di un pubblico generalista, in particolare quello più giovane che è il vero motore degli eventi dal vivo, di qualunque natura essi siano. E per farlo servono lungimiranza e spirito organizzativo. Peculiarità che coloro che lavorano dietro le quinte di Panorama d’Italia hanno mostrato di possedere.
E così, a Milano, accanto agli eventi musicali con i beniamini dei giovani, agli show cooking, alle lezioni sull’arte, agli incontri con famosi scrittori e giornalisti, ai concorsi per le scuole e alle anteprime cinematografiche, hanno trovato spazio – e riscosso successo – alcuni convegni sulle startup e sull’economia “giovane” a Milano.

In primis, segnaliamo un intelligentissimo workshop realizzato in collaborazione con HRCommunity, che in cinque incontri ha formato 150 ragazzi al primo colloquio di lavoro. Altro importantissimo evento, anch’esso dedicato al mondo del lavoro e delle aziende, è stato l’incontro Le start up spiccano il volo in Lombardia: come enunciato dal titolo, si tratta di un convegno dedicato alla nuova imprenditoria – digitale ma non solo – e all’innovazione, che ha visto come relatori, tra gli altri, Marco Gay, vicepresidente di Digital Magics e presidente dei Giovani di Confindustria, o Danilo Iervolino, fondatore e presidente dell’Università telematica Pegaso e dell’Universitas Mercatorum. Insieme ad altri startupper e operatori del settore tecnologico, si è discusso della natura “liquida” del lavoro in era digitale – significativo l’intervento dello scrittore ed esperto di imprenditoria digitale Federico Pistono, autore del pamphlet I robot ti ruberanno il lavoro ma va bene così: come sopravvivere al disastro economico ed essere felici -, ma anche delle enormi opportunità che l’innovazione apporta al sistema occupazionale.

Con una duplice raccomandazione, per il Paese e per il singolo cittadino: continuare a investire – l’Italia è oggi al sedicesimo posto in Europa per innovazione – e assicurarsi di avere una preparazione adeguata.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche