PAOLO BORSELLINO – ESSENDO STATO COMMENTA  

PAOLO BORSELLINO – ESSENDO STATO COMMENTA  

Paolo Borsellino, essendo stato

Domenica 23 marzo alle 18 al Cardinal Massaia di Torino

Intenso racconto scenico scritto e interpretato da Ruggero Cappuccio

Spettacolo di forte impatto emotivo quello che verrà proposto da Teatro Segreto al Teatro Cardinal Massaia di Torino domenica 23 marzo alle ore 18 in occasione della “Giornata della Legalità“. Sul palco, a rileggere le parole pronunciate dal giudice Borsellino dinnanzi al CSM nel 1988 e mai trasmesse integralmente in Italia, sarà l’attore Ruggero  Cappuccio che in un monologo ripercorrerà gli ultimi momenti del 19 luglio 1992.

In “Paolo Borsellino – Essendo Stato” si ascolteranno le parole pronunciate da Paolo Borsellino che gli Italiani non hanno mai ascoltato. Il 31 luglio del 1988 il giudice palermitano denunciava con forza davanti al CSM l’inadeguatezza dei mezzi di contrasto attivati dallo Stato contro la Mafia. Borsellino parla per oltre quattro ore con straordinaria e diretta lucidità. Nel pomeriggio fu invece ascoltato Falcone.

Brani di un’audizione tesissima, mai resa pubblica integralmente, entrano ora in questo racconto scenico di Ruggero Cappuccio, che concentra il testo su via D’Amelio, o meglio sull’ultimo secondo di vita di Paolo Borsellino dilatando questo singolare residuo di tempo in un intenso monologo.

Scritto e interpretato da Ruggero Cappuccio.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*