Paolo Ligresti, latitante da 2 anni, si è costituito

News

Paolo Ligresti, latitante da 2 anni, si è costituito

Il rampollo della famiglia Ligresti, Paolo, dopo 2 anni di latitanza, si è costituito ieri a Ponte di Chiasso, al confine con la Svizzera.

Figlio del noto Salvatore Ligresti, Paolo era atteso fino a poco tempo da un’ordinanza di custodia in carcere emessa nel 2013 a suo carico dal Tribunale di Milano con le accuse di aggiotaggio e falso in bilancio nell’ambito del clamoroso ‘buco’ da 600 milioni dei bilanci del gruppo Fonsai.

Due anni di latitanza passati, si presume, per intero in Svizzera e poi, ieri, la decisione di rientrare in Italia, “per difendersi”, come da dichiarato il legale di Ligresti, l’avvocato Davide Sangiorgio.

In realtà, a pesare sulla decisione di tornare in Italia, sembra essere stata più di tutto la decisione del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Milano, Andrea Ghinetti, che ha modificato la custodia in carcere in arresti domiciliari.

Ora Paolo Ligresti affronterà le udienze preliminari nel processo Fonsai, nel quale è coinvolto insieme al padre, Salvatore Ligresti, e alla sorella, Jonella Ligresti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...