Papa Francesco abolisce l’ergastolo in Vaticano

Attualità

Papa Francesco abolisce l’ergastolo in Vaticano

Papa Francesco ha varato una riforma importante nell’ambito del diritto penale vigente in Vaticano, abolendo la pena dell’ergastolo e ridefinendo i reati contro la Pubblica Amministrazione (in linea con la Convenzione delle Nazioni Unite del 2003 contro la corruzione) e i delitti contro i minori (prostituzione, vendita, violenza sessuale, pedopornografia, atti sessuali e detenzione di materiale pedopornografico). La giustizia penale vaticana, su molti aspetti, era ferma al Codice Zanardelli approvato nel 1929.

La pena dell’ergastolo è stata sostituita con la reclusione da 30 a 35 anni, mentre c’è stato un notevole passo avanti nella lotta contro gli abusi sessuali. Le nuove norma varate si adeguano alle legislazioni internazionali in vigore, anche per quanto concerne il riciclaggio di denaro e il terrorismo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche