Papa Francesco e la Dittatura argentina

Prima Pagina

Papa Francesco e la Dittatura argentina

Dopo l’elezione di Bergoglio come Pontefice, sono circolate voci sul rapporto poco chiaro tra Papa Francesco e la dittatura argentina negli anni Settanta. Di questo si è parlato nella conferenza stampa che si è tenuta dopo l’udienza del nuovo Papa con i Cardinali. Il portavoce vaticano padre Federico Lombardi ritiene che si tratta di “accuse che arrivano da una Sinistra anticlericale per attaccare la Chiesa, e quindi devono essere respinte con decisione”.

Il sacerdote gesuita torturato e sequestrato per cinque mesi durante il regime dittatoriale argentino, Francisco Jalics, fa sapere che per lui quella vicenda è conclusa, e ha fatto gli auguri al nuovo Papa per il suo mandato. Anche la storia di questo sacerdote ha contribuito ad alimentare i sospetti nei confronti di Papa Francesco e i suoi trascorsi in Argentina.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche