Papa Francesco è Papà Francesco

Attualità

Papa Francesco è Papà Francesco

Papa Francesco ha sicuramente risvegliato alcuni sopiti entusiasmi, sia nella Chiesa che anche nei fedeli.

Anche coloro che non sono fermamente cristiani sono stati positivamente impressionati da questo nuovo Papa che ha scelto un nome importante. San Franscesco è forse il Santo che principalmente ha applicato alla lettera, più di ogni altro, alcuni insegnamenti di Gesù. Così, l’argentino Papa Francesco sta “modellando” la Chiesa con una ventata di novità e di entusiasmo, dandole un imprinting nuovo, umile. Una Chiesa che va in mezzo alla gente, proprio come lui stesso ha fatto oggi, nella celebrazione pasquale.

Leggendo veloce Papa Francesco, si coglie spesso una “a” accentata che non c’è, ma che in realtà potrebbe anche starci: Papà Francesco.

Infatti, come un padre prende per mano il proprio figlio o la propria figlia, questo stare in mezzo alla gente del nuovo Papa pare proprio significare che egli voglia davvero prendere per mano la sua Chiesa e condurla verso Dio, riportare sul sentiero principale coloro che si sono allontanati, andare a cercarli, prenderli per mano e riportarli sulla via maestra.

Bellissimo l’abbraccio che è stato ripetutamente inquadrato dalle telecamere tra il Papa e un ragazzo disabile. Quell’abbraccio prolungato e quel bacio molto commuovente che Papa Francesco ha dato, è pregno di intenso significato, quasi a volersi caricare sulle sue spalle il peso del disagio, della povertà, dell’emarginazione, proprio come Gesù si è fatto carico della Croce.

Come un padre, che va alla ricerca del figlio perduto, Papa Francesco sta proponendo una nuova Chiesa, orientata alla gente e la cosa migliore è proprio l’approccio che lui stesso dimostra ogni volta con chi gli sta intorno. Parole importanti, supportate da gesti significativi. Un Papa quanto più possibile “umano”, proprio come umano è stato Gesù, il Figlio di Dio, che si è fatto uomo nel Natale, ha dimostrato tutta la sua umanità nella sofferenza e nella morte in Croce, arrivando addirittura a dire “Dio mio, Dio mio, perchè mi hai abbandonato?”, proprio come noi che spesso ci chiediamo “Ma Dio dov’è?”. Una Chiesa che vuole accantonare inutili sfarzi, inutili “sprechi”, ma che vuole stare in mezzo alla gente perchè la Chiesa è composta principalmente dalla gente.

Papà Francesco tende il braccio ai suoi figli, vorrebbe tenerli tutti per mano ed essere vera guida, umile, ma profonda e ferma.

Come un padre chiede al figlio di fidarsi di lui, così anche noi dobbiamo fidarci di Francesco, che appare come un Papa con atteggiamenti da Papà.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche