I parchi divertimenti abbandonati nel mondo

Viaggi

I parchi divertimenti abbandonati nel mondo

Il parco divertimento, un’area dove sia i bambini che gli adulti possono divertirsi per una o più giornate usufruendo della totalità delle giostre e degli spettacoli a disposizione. Solitamente si tratta di strutture create e gestite da aziende private, che andrebbero smontate e rimosse da quest’ultime una volta che il parco chiude definitivamente. A quanto pare non sempre è così, infatti in giro per tutto il mondo si trovano una serie di parchi divertimenti abbandonati. Ora le stradine un tempo sono deserte, possiamo trovare solo distruzione e polvere ovunque dove prima si potevano udire le risate dei bambini, davvero degli ottimi luoghi da film horror

germaniaparco

In Germania, precisamente a Berlino, c’è lo Spreepark, che è stato chiuso nel 2002. Dopo la Caduta del Muro e con l’arrivo di nuovi proprietari ha aggiunto molte nuove attrazioni, ma ciò non è bastato a cancellarne i debiti. Erno presenti le montagne russe un’ enorme ruota panoramica e diversi chioschetti.

Il vecchio parco si trova immerso in 30 ettari nel verde del Treptower Spreeufer.

In Ungheria c’è invece un parco nella città di Dunaújváros, rimasto aperto dal 1952 fino al 1993, di cui si sa poco o niente.

Nel centro di Pripyat, in Ucraina, è situato un parco giochi inutilizzato dopo Chernobyl (26 aprile 1986). La storia del parco di divertimenti è triste. I ragazzini non lo hanno vissuto perché il parco rimase aperto solo due ore il giorno stesso dell’evacuazione della città. Un promemoria davvero drammatico.

ungheriaparco

ucrainaparco1

Spostiamoci negli Stati Uniti d’America, ricca di parchi divertimenti.

In Florida abbiamo il Discovery Island al Walt Disney World, aperto nel 1974 e poi chiuso nel 1999. Dopo la nascita di Disneyland, tutte i piccoli parchi hanno iniziato a perfezionarsi anche realizzando attrazioni sempre più spettacolari.

A Wichita, Kansas, troviamo il Joyland Amusement Park, costruito nel 1949 e chiuso nel 2004.

A Fort Mill, nel South Carolina, ecco l’Heritage USA.

Venne aperto nel 1978 il primo parco a tema cristiano del televangelista Jim Bekker e della moglie. Venne chiuso a causa di problemi economici di Bekker e dei danni dell’Uragano Hugo nel 1989.

Infine nel Sud degli Stati Uniti, a Louisiana, c’è il Six Flags New Orleans. Purtroppo è rimasto aperto dal 2000 al 2005, proprio il periodo in cui c’è stato il devastante Uragano Katrina, a seguito del quale è stato abbandonato. Ciò che rimane delle attrazioni è rappresentato da blocchi di metallo arrugginiti.

floridaparco

Ma i parchi divertimenti abbandonati sono diversi anche in diversi Paesi asiatici.

In Cina c’è il Wonderland Amusement Park, a 20 miglia da Beijing, progettato per essere il più grande parco divertimenti del continente ma mai aperto e anzi rimasto incompiuto nel 1998.

Mentre in Giappone ce ne sono due di particolare rilevanza. Il primo è il Takakanonuma Greenland, a Hobara, che visse diverse fasi di apertura e di chiusura fino al 1999.

Ricordiamo che a causa di un guasto nel 1986 vi furono alcuni morti. Il secondo è il Gulliver’s Kingdom Theme Park, vicino a Kamikuishiki. Un parco a tema Gulliver aperto nel 1997 e chiuso solo 4 anni dopo per poche visite e molti debiti.

Nel Sud Corea invece abbiamo l’Okpo Land che è stato chiuso nel 1999.
africaparco

Non dimentichiamoci anche dell’ Africa, dove a Zanzibar abbiamo l’Umoja Children’s Park a Pemba Island, situato su una delle due principali isole dell’arcipelago.

milanogreeland

Anche in Italia, a Milano è presente un parco divertimenti abbandonato, il Greenland che è stato creato tra il 1964 e il 1965. Nel primo periodo dopo la nascita vide il numero delle attrazioni disponibili crescere rapidamente, raggiungendo il suo massimo splendore verso la metà degli anni ottanta. In seguito, a causa di difficoltà gestionali e diverse irregolarità in tema di sicurezza nel 2002 il parco fu chiuso.

Insomma se volete passare una giornata diversa, perché non fare una gita all’interno di queste strutture abbandonate? L’atmosfera è davvero perfetta nonostante tutto.

Nonostante l’erosione, in alcuni parchi potrete davvero respirare l’aria dell’epoca, vi sembrerà di passeggiare tra le giostre ancora attive.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche