Parco delle Fumarole, un capolavoro naturale sulla via del degrado

Ambiente

Parco delle Fumarole, un capolavoro naturale sulla via del degrado

Parco delle Fumarole

Il Parco delle Fumarole, uno dei cinquanta luoghi naturali più belli d'Europa secondo Wired, vittima di degrado dovuto all'incuria da parte dell'uomo.

Castelnuovo Val di Cecina, comune toscano in provincia di Pisa, sito collinare tra i più apprezzati dalla Toscana. Talmente apprezzato da poter vantare di un distintivo speciale, ossia la bandiera arancione assegnata dal Touring Club italiano, in quanto simbolo di eccellenza turistica. In particolare, Castelnuovo Val di Cecina può vantare di una meraviglia naturale unica, il Parco delle Fumarole. Un posto dove è possibile ammirare manifestazioni naturali geotermiche, uno spettacolo davvero mozzafiato, apprezzato dai tantissimi turisti che vengono a visitare il posto. Il tutto in un percorso attrezzato estremamente suggestivo. Per rendersi conto di che meraviglia si stia parlando, basterebbe solamente citare che il Parco delle Fumarole è inserito dalla rivista statunitense Wired tra i cinquanta luoghi naturali più belli dell’intera Europa.

Tuttavia, non è proprio tutto rose e fiori, e tale bellezza purtroppo non viene conservata come dovrebbe, anzi è vittima di un degrado causato dall’incuria dell’uomo stesso, evento che, purtroppo, accade sempre più spesso. Il Parco mostra, infatti, nonostante il grandissimo numero di turisti che la visitano di continuo, segni evidenti di scarsa manutenzione e di poca attenzione da parte di chi dovrebbe proteggere un tale patrimonio naturale. Staccionate in condizioni degradanti, corrimano divelti, cartelloni vecchi, in parte abbattuti, terreni franati e, in alcune parti del sentiero, vegetazione che quasi invade il percorso facendosi sempre più fitta. Insomma, mancano interventi di manutenzione persino basilari. Ancora peggiore è la situazione alla fine del sentiero, dove ha luogo una discarica a cielo aperto.

Si delinea, dunque, un quadro di abbandono, come accade sempre più spesso in moltissimi capolavori naturali presenti in Italia, elementi che dovrebbero essere sfruttati più di quanto lo siano attualmente per attirare un numero sempre maggiore di turisti e su cui di dovrebbe investire molto di più di quanto si faccia oggi. Sempre più spesso, in particolare, tali luoghi finiscono in mano a dei privati che non li curano come dovrebbero. È proprio il caso del Parco delle Fumarole, il cui percorso è di proprietà di Enel Spa, il quale, come evidente, spende poco e nulla per curare questa meraviglia naturale. La società, interpellata sulla questione, ha detto che dei piani per la manutenzione del percorso naturale sono già in programma per giugno e che si può star certi che già a breve si avranno dei netti miglioramenti nelle condizioni del percorso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...