Pareggite Inter

Calcio

Pareggite Inter

L’Inter è affetta dalla pareggite! La squadra di Mazzarri non riesce più a vincere e ricorda l’inizio della prima stagione alla cui guida vi era il tecnico Roberto Mancini.

La pareggite nerazzurra è aggravata dal fatto che sempre i pareggi hanno avuto il sapore di beffa perchè ottenuti dalle altre squadre sempre in rimonta, con l’Inter sempre in vantaggio.

Il problema è da ricercare nello schieramento tattico con cui la squadra entra in campo: il solo eccellente Palacio lasciato isolato là davanti, non certo centrale come dovrebbe prevedere lo schieramento a una punta, ma larghissimo, non solo lo costringe ad un lavoro fisico stancante sul piano del dispendio di energie di corsa, ma è anche lontano dalla porta. Questo porta i difensori avversari a spingersi avanti, creando gioco e superiorità a centrocampo, cuore del gioco, e l’Inter a correre il rischio di schiacciarsi pian piano sempre più indietro, perdendo campo e gioco, a favore degli avversari.

E’ stato così con Cagliari, Atalanta, Torino, Bologna e Sampdoria.

Uno schieramento tattico differente, con due giocatori davanti, più centrali, più vicini all’area di rigore e magari con uno di collegamento col centrocampo, porta sicuramente ad una penetrazione offensiva più preponderante, ad una efficacia del gioco migliore, andando magari a raccogliere quel lavoro che giocatori come Nagatomo e Jonathan svolgono sulle fasce laterali. Porterebbe, con tutta probabilità (e avrebbe portato), qualche punto in più in classifica.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche