Parigi, attacco terroristico sugli Champes Elysées. Isis rivendica

Parigi, attacco terroristico sugli Champes Elysées. Isis rivendica

News

Parigi, attacco terroristico sugli Champes Elysées. Isis rivendica

champes elysées

Nuovo attacco terroristico a Parigi: due poliziotti uccisi a colpi di kalashnikov sugli Champes Elysées. La situazione aggiornata

Ultim’ora

Dopo l’ennesimo attentato terroristico a Parigi, stamattina è ripreso il traffico sugli Champs Elysees . Le foto pubblicate dai media online mostrano il consueto movimento di auto e di camion per le consegne. Infatti, sono stati tolti anche i cordoni che delimitavano l’area della sparatoria.
Intanto nella prima giornata di oggi, è incominciato all’Eliseo un Consiglio di difesa convocato d’urgenza ieri sera dal presidente francese Francois Hollande. Oltre a Hollande, partecipano al Consiglio i ministri dell’Interno, della Giustizia, della Difesa e degli Esteri. Tra gli altri, sono presenti inoltre i capi dei servizi di sicurezza, dell’intelligence e delle forze armate. Inoltre, secondo quanto viene riportato dai media locai, ieri sera è stato trasmesso alla Francia un avviso di ricerca nei riguardi di un uomo segnalato dalle autorità belghe ieri sera in relazione all’attentato sugli Champs-Elysées.

Cosa è successo

Ennesimo attentato terroristico a Parigi. Questa volta ad essere colpita dagli assalitori è stata la passeggiata più famosa della metropoli: gli Champes Elysées.

In uno scontro a fuoco hanno perso la vita due poliziotti che sono stati uccisi a colpi di kalashnikov. Uno dei due agenti è morto sul colpo, mentre il secondo è deceduto poco dopo in ospedale in seguito alle tremende ferite riportate.

Gli assalitori probabilmente erano in due: il primo è stato ucciso dalla polizia locale intervenuta sul posto. Il secondo assalitore risulta al momento in fuga ma sembrerebbe ferito gravemente.

Su Twitter le autorità hanno chiesto a tutti i cittadini di non recarsi sul luogo dell’attentato e di rimanere nelle proprie abitazioni.

Le prime ricostruzioni

Da quanto è stato riportato dalle prime ricostruzioni delle forze dell’ordine, l’attentatore ha aperto il fuoco all’angolo con la nota brasserie Fouquet’s sugli Champes Elysées. E’ proprio in questo punto che hanno perso la vita i due poliziotti vittime dell’attacco.

La sparatoria è avvenuta in concomitanza dell’ultimo dibattito televisivo fra i candidati alle presidenziali di domenica.

L’obiettivo dell’attacco sugli Champs-Elysées era la polizia: lo ha detto il portavoce del ministero dell’Interno, Pierre Henry-Brandet.

Il secondo assalitore, fuggito a piedi dopo aver sparato ai due poliziotti, si è rifugiato in un garage vicino a luogo della sparatoria. La polizia è attualmente impegnata nella caccia all’uomo.

I killer degli Champes Elysées

Il primo killer è già stato identificato: si tratta di una persona nota sia alla polizia che al Dgse. A quanto pare avrebbe annunciato l’attacco su Telegram, nota piattaforma atta allo scambio di messaggi simultanei. Da quanto riferisce la rete Bfmtv, l’attentatore avrebbe scritto di voler assassinare dei poliziotti sugli Champes Elysées poco prima della sparatoria avvenuta questa sera.

Il piano di evacuazione della zona interessata

La macchina della sicurezza è subito intervenuta a difesa dei cittadini in seguito alla sparatoria. Il piano antiterrorismo ha previsto l’evacuazione su quelli che sono forse i viali più celebri di Parigi.

Sono state chiuse per precauzione la stazione della metropolitana Franklin Roosevelt e George V. Nel giro di pochi minuti l’intera area è stata blindata con centinaia di uomini della gendarmeria e delle forze speciali.

Ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche